GAMBARA – Un anno dall’assassinio di Marilia. Torna il ricordo di quei giorni

0

Un anno esatto, ecco quanto è passato dalla morte di Marilia Rodruiges, la giovane brasiliana uccisa a Gambara, proprio quando sarebbe dovuta diventare madre.

MariliaEra il 29 agosto quando il corpo della bellissima hostess è stato trovato nell’ufficio in cui lavorava, inizialmente si ea pensato ad un suicidio, ma in pochissimo tempo è stato chiaro che qualcosa non quadrava nella ricostruzione. Spetta al sostituto procuratore Ambrogio Cassiani,  chiarire la situazione e aprire un fascicolo per omicidio inizialmente contro ignoti. Bastano pochi giorni perchè l’attenzione si concentri quasi esclusivamente su Claudio Grigoletto, datore di lavoro di Marilia e padre di due figlie.

Appena l’autopsia rivela che la giovane aspettava un bambino il movente dell’omicidio diventa chiaro, qualcuno voleva nascondere la gravidanza di Marialia. Grigoletto viene convocato più volte in Procura. Ripete sempre la stessa versione, dichiarandosi innocente, ciò nonostante finisce in carcere il 3 settembre dopo una notte di interrogatorio. Dopo qualche giorno di carcere Grigoletto crolla e ammette tutto, la paternità e l’omicidio della bella brasiliana dopo:“Non volevo, ho perso la testa” dice in interrogatorio.

Dopo il processo la condanna arriva ad aprile ed è l’ergastolo.