BOVEZZO – Deve sposarsi ma muore in Romania, salma di Baglietti attesa lunedì

0

Tornerà lunedì 1 settembre a Bovezzo la salma di Roberto Baglietti, 41 anni, morto domenica scorsa 24 agosto in Romania durante un incidente stradale a Brasov quando a bordo della sua auto, una Grande Punto, c’era anche la moglie Mariana Pectu, tuttora ricoverata in coma. A darne notizia è l’edizione odierna di Bresciaoggi.

La sede dell'azienda dove lavorava Roberto Baglietti
La sede dell’azienda dove lavorava Roberto Baglietti

Dopo le varie pratiche burocratiche di cui si occupa l’agenzia di pompe funebri “Foresti” di Villa Carcina e tolto dal sequestro il feretro in seguito all’incidente, è arrivato anche il passaporto mortuario con cui la salma può tornare in Italia dove la famiglia, gli amici e i colleghi dell’Hs Automation Srl di Bovezzo lo aspettano.

Il corpo di Baglietti arriverà lunedì nella chiesa della Santissima Trinità vicino all’ospedale Civile direttamente dalla Romania. I colleghi hanno preparato una corona di fiori per il viaggio dell’amico al ritorno a Brescia. Era stato il fratello Matteo a partire per la Romania in auto dopo aver ricevuto la notizia e per un tragico scherzo del destino, come riporta il quotidiano bresciano, oggi Roberto e Mariana si sarebbero dovuti sposare dopo nove anni di legame civile.

E i colleghi di lavoro lo attendono nel loro lutto. Il presidente del CdA dell’azienda Bruno Panada che si occupa di impianti in Italia e all’estero, interpellato da Bresciaoggi, ha definito il dipendente “un gran lavoratore che era rientrato da una missione in Israele dopo la Cina e voluto dai clienti stranieri”.