GARGNANO – Paura per terremoto sul lago di Garda. E’ tornato lo spettro del 2004

0

Una scossa di terremoto di magnitudo 4.0 poco prima delle 20 di ieri, seguita da un’altra più leggera, di magnitudo 2.0, ha spaventato i residenti della zona del lago di Garda dove l’Istituto di Geofisica e Vulcanologia ha registrato l’epicentro nel territorio di Gargnano. A 2,6 chilometri di profondità sul lago, quindi, superficiale, ha fatto riversare i cittadini in strade da case, bar e ristoranti riuniti per l’ora di cena.

ScossaLa scossa è stata registrata alle 19,49 colpendo anche Tignale e Toscolano Maderno sulla sponda bresciana del Garda, Brenzone, Costermano, Garda, San Zeno di Montagna e Torri del Benaco sul veronese. Il terremoto è stato risentito anche in altre zone, da Capovalle a Tremosine, Valvestino, Lazise e Malcesine.

Ma per quanto riguarda il bresciano, ha avuto echi anche in Valsabbia, zone della Valtrompia e in Valcamonica. Per fortuna non sono stati segnalati danni a cose o persone, a parte qualche calcinaccio caduto dai tetti, mentre nell’animo dei gardesani per un attimo si è risvegliato il ricordo del 2004, quando una scossa danneggiò diversi paesi sulla sponda del lago.