ITALIA – Pendolari. Lavoratori e studenti, Istat: ogni giorno, si muovono 29 milioni di persone

0

A quasi la maggioranza degli italiani, e alla stragrande maggioranza della popolazione attiva, tocca ogni giorno macinare chilometri per fare il proprio dovere: circa 29 milioni di persone, ovvero il 48,6 per cento della popolazione residente, prende quotidianamente dei mezzi di trasporto per andare al lavoro, a scuola, o all’università. Questa maggioranza silenziosa, in dieci anni, è cresciuta di ben 2,1 milioni di unità.

Pendolari-VigevanoE’ ciò che emerge degli ultimi dati sui pendolari dell’Istat secondo cui, nel 66,4 per cento dei casi, si tratta di lavoratori, nel restante 33,6 per cento di studenti. I lavoratori, normalmente, devono effettuare tragitti più lunghi degli studenti. Chi si sposta per motivi di studio, infatti, lo fa per lo più all’interno del proprio Comune: il 74 per cento contro il 53,8 per cento di chi si sposta per motivi di lavoro.

Gli spostamenti verso altri comuni della stessa provincia, invece, riguardano il 36,7 per cento di coloro che si spostano per motivi di lavoro e 21,1 per cento degli studenti. Gli spostamenti verso altre province della stessa regione, verso altre regioni o all’estero riguardano, complessivamente, il 9,4 per cento dei lavoratori e il 4,9 per cento degli studenti.

Nel decennio in cui aumentano i pendolari, crescono sensibilmente anche i tempi destinati agli spostamenti: scende la quota di chi impiega solo fino a 15 minuti per raggiungere il posto di lavoro o di studio, passando da 58,7 per cento del 2001, al 55,1 del 2011; scende lievemente la quota di chi impiega da 31 a 45 minuti (8,5 per cento nel 2001, 7,8 nel 2011), e aumentano le quote di chi ha tempi di percorrenza tra i 16 e 30 minuti (dal 24,8 al 26,4 per cento) e oltre i 45 minuti (dall’8 per cento al 10,7).

Fonte: CGIA