BAGOLINO – Venerdì con “La formazione degli Statuti nel medioevo”

0

La prima edizione volgare degli Statuti di Bagolino risale a 400anni fa e  l’Associazione culturale “Habitar in sta terra” ha deciso di ristampare, per la ricorrenza, l’anastatica del testo edito a Brescia da Vincenzo da Sabbio.

Bagolino, dalla Chiesa di San Giorgio. Fotografia di Laura Damiani
Bagolino, dalla Chiesa di San Giorgio. Fotografia di Laura Damiani

Parallelamente alla ristampa, la Comunità montana di Valle Sabbia, la Cassa Rurale Giudicarie Valsabbia Paganella e il Comune di Bagolino, con il patrocinio degli Atenei di Brescia e di Salò, hanno promosso quattro incontri, che hanno preso il via lo scorso giugno nella sala consiliare del municipio bagosso.

E se il 28 giugno è stata presentata  la ristampa in copia anastatica degli Statuti del 1614 mentre  il 4 luglio si è parlato de “Gli statuti di Bagolino nel panorama valsabbino e bresciano”,  l’imminente appuntamento di venerdì 8 agosto, a cura del prof. Mauro Grazioli, avrà come epicentro“La formazione degli Statuti nel medioevo: le regole trentine e la gestione dei beni comuni”.

Il ciclo di incontri chiuderà il 12 settembre 2014 con Giuseppe Piotti, il quale esporrà in merito a “1797.1861: dalla soppressione degli Statuti Comunali al Codice civile dell’Italia Unita”.

L’appuntamento è alle 20.45, presso la sala consiliare.