MARMENTINO – “Bosco d’Artista” al Mulino, mostra benefica per la PInAC di Rezzato

0

L’associazione culturale “Versanti”, con l’Ecomuseo della Valtrompia e il Sistema dei beni culturali e ambientali della valle, propone la mostra-evento “Bosco d’Artista” ideata dalla Fondazione PInAC di Rezzato, che dopo avere fatto tappa al Museo Il Forno di Tavernole, dal 2 al 31 agosto sarà ospitata al Mulino di Marmentino. Scopo dell’iniziativa è raccogliere fondi destinati a sostenere la collezione rezzatese e “Versanti”, sensibile alla difficile condizione esistenziale e culturale dei bambini di gran parte del mondo, ha deciso di fornire il proprio sostegno organizzativo alla PInAC ospitando la mostra nella nuova sede da lei gestita. Per l’occasione i visitatori potranno sostenere l’istituzione rezzatese con l’acquisto di una delle opere realizzate da ottanta artisti che hanno donato alla Fondazione oltre cento “alberi dipinti”: pezzi unici destinati a creare un coloratissimo “Bosco d’Artista”.

Bosco Artista MarmentinoIl titolo dell’iniziativa richiama infatti la principale caratteristica delle opere proposte, ognuna delle quali rappresenta un albero, parte di un ideale bosco collettivo, tema vicino all’approccio culturale di “Versanti”, che con il progetto del Mulino intende offrire alla collettività un’ulteriore occasione di incontro all’insegna della bellezza del paesaggio e del consapevole recupero storico e ambientale. Inaugurato il 19 luglio scorso nella nuova veste di centro culturale con ristoro e area attrezzata per cucina all’aperto, la struttura è affiancata dalla cascina Marècc, restaurata a poca distanza dall’antico fabbricato recuperato dal Comune.

L’inaugurazione della mostra, prevista sabato 2 agosto alle ore 15,30, sarà accompagnata da una lettura attorale di Gabriella Tanfoglio e metterà a disposizione dei visitatori un coupon gratuito per una degustazione enogastronomica. L’apertura al pubblico sarà dal 2 al 31 agosto da venerdì a domenica dalle 10 alle 21. L’ingresso è gratuito. Del gruppo dei generosi artisti sensibili alla cultura visiva prodotta dall’infanzia, custodita e valorizzata dalla PInAC, saranno esposte circa venti opere delle oltre 80 realizzate inizialmente. Ci sono quelle di Tiziana arici, Viviana Buttarelli, Giampiero Cacciamali, Luisella Caffieri, Cristina Cherchi, Corina Elena Cohal, Roberta Contiero, Franco Daganii, Giuseppe De Vincenti, Ornella Ferrante, Paola Fonticoli, Raffaella Formenti, Pier Luigi Fornasier, Gabriella Frustaci, Antonella Gandini, Edgar Dario Gonzales, Giovanna Lentini, Claudio Longo, Raffaele Luponio, Pietro Mancini, Danilo Manenti, Gianfranco Milanesi, Giorgio Moglia, Michel Ocelot, Gian Antonio Ossani, Ana Enriqueta Padilla V, Annamaria Pizzi, Pierangelo Prestini, Franco Rinaldi, Paola Sabatti Bassini, Lucia Scuderi, Sergio Taini, Massimiliano Tappari, M. Pia Torcelli, Elena Tognoli, Giovanni Vanoglio, Giacomo Verde e Antonia Vittadello. Per informazioni e prenotazioni si può mandare una mail, andare sulla pagina Facebook o chiamare il 338.7316656. Inoltre, in ricordo di Aldo Cibaldi, fondatore della PInAC negli anni Cinquanta, del quale quest’anno ricorre il centenario della nascita e che a Bovegno trascorse gran parte della sua infanzia e gioventù, prosegue la serie di iniziative per ricordarlo e promuovere l’istituzione da lui fortemente voluta.

Torre romanica di Bovegno, Piazza Zanardelli
Sabato 2 agosto ore 18
“Ricordo di Aldo Cibaldi nel centenario della nascita”. Presentazione dell’opuscolo a cura della Fondazione A. Canossi. Centro Culturale prof. A. Cibaldi

Località Prati Magri
3 agosto ore 21
“Cibaldi per Cibaldi”. Spettacolo teatrale a cura di Matteo Bertuetti, Filippo Garlanda e Pietro Mazzoldi con la partecipazione di Franco Cibaldi.