ISEO – “I luoghi del cuore”: chiesto ai cittadini un voto per la chiesa di San Silvestro

0

La Chiesa di San Silvestro è la protagonista in questi giorni di un progetto di riqualificazione voluto dalla delegazione Franciacorta – Sebino – Valcamonica del Fai.
La chiesa di San Silvestro è dedicata al papa che battezzò Costantino, è del XIII secolo, è di origini romaniche, inizialmente sembra fosse l’oratorio privato del vescovo di Brescia, successivamente, nel 1797, in seguito agli editti napoleonici venne sconsacrata e divenne un magazzino.
Dal 1647 iniziò ad essere chiamata “Carnerio” perché utilizzata come deposito per le salme delle vittime della peste del 1630.
Di grande rilevanza artistica sono gli affreschi presenti nell’abside raffiguranti una “Danza Macabra”, otto riquadri affrescati nel ‘400, scheletri e persone vive che partecipano ad un rito rituale.S.Silvestro 4
Questa chiesa è stata inserita della delegazione nel progetto “I luoghi del cuore”, nato nel 2003 dalla volontà del Fai e con la collaborazione di  Intesa San Paolo con lo scopo di sensibilizzare i cittadini sulla salvaguardia dei propri tesori artistici e culturali.
Attraverso una segnalazione tutti possono scegliere il sito che vogliono restaurare, il più votato sarà riqualificato, questo progetto permette a tutti cittadini di partecipare attivamente alla scelta del luogo a loro più caro e in questo modo partecipare in modo concreto alla tutela del patrimonio artistico.
La  delegazione Franciacorta – Sebino – Valcamonica ha invitato tutti i cittadini  segnalare la chiesa di San Silvestro tra i possibili siti da riqualificare, la votazione è semplice, basta fare la propria segnalazione sul sito del Fai entro il 30 novembre oppure scaricando l’App.