SONGAVAZZO (BG) – Una giornata con GianMaria Benzoni: appuntamento a Songavazzo

0
songavazzo
Monumento funebre Benzoni

Domenica 3 agosto 2014 alle ore 16.00, a Songavazzo, Bergamo, è in programma  una giornata per conoscere GianMaria Benzoni.
L’organizzazione è a cura del  Distretto del Commercio Alta Valle Seriana-Clusone che ha deciso di offrire a tutta la  popolazione e ai turisti alcune visite guidate per l’estate 2014, per far conoscere le bellezze storiche e artistiche dell’alta valle.
L’appuntamento di domenica è a Songavazzo, tra gli argomenti della visita ci sarà
la figura dello scultore GianMaria Benzoni attraverso i documenti conservati nell’archivio comunale e messi gentilmente a disposizione per l’occasione.
L’unica opera conservata a Songavazzo è anche una delle più care all’artista: il monumento funebre per i suoi genitori, situato in una cappella nei pressi del cimitero.
GianMaria Benzoni fu uno scultore di altissimo livello dell’Ottocento
italiano, nato proprio a Songavazzo. Il Conte Tadini di Lovere comprese fin da subito il suo talento e diede la possibilità di studiare al giovane di umili origini. Lo introdusse nell’ambiente romano dove raffinò l’arte della scultura, studiò all’Accademia di San Luca e aprì un proprio studio privato in via del
Babuino, già ritrovo degli intellettuali bergamaschi più illustri, tra cui Gaetano Donizetti e il Cardinale Angelo Maj originario di Schilpario.
L’atelier dello scultore bergamasco fu visitato dai più illustri principi e conti dell’epoca. La sua abilità nel marmo, modellato in figure di grande raffinatezza e delicatezza, fu così apprezzata che le sue opere si trovano in tutto il mondo, da San  Pietroburgo a New York all’India.