SONDRIO – Fatture elettroniche verso PA, intesa tra Banca Popolare e Confartigianato

0

A partire dallo scorso 6 giugno è scattato l’obbligo di fatturazione elettronica nei confronti di Ministeri, agenzie fiscali ed enti nazionali di previdenza, mentre dal 31 marzo 2015 l’adempimento entrerà a regime per tutte le altre amministrazioni centrali e
locali. La fatturazione elettronica è un sistema digitale di emissione, trasmissione e conservazione delle fatture che permette di abbandonare per sempre il supporto cartaceo e tutti i relativi costi di stampa, spedizione e conservazione.

Fattura elettronicaIl nuovo formato in cui le fatture elettroniche devono essere prodotte, trasmesse, archiviate e conservate è un formato digitale chiamato XML (eXtensible Markup Language), un linguaggio informatico che consente di definire e controllare il significato degli elementi contenuti in un documento, verificando così le informazioni ai fini dei controlli previsti per legge. La fatturazione elettronica è un sistema che coinvolge diversi attori: il fornitore o il suo intermediario, il Sistema di Interscambio nazionale (SdI) e la Pubblica Amministrazione destinataria della fattura. La Banca Popolare di Sondrio e Confartigianato, “realtà da sempre attente all’evoluzione delle richieste e delle esigenze espresse dalle aziende nei territori in cui esse operano”, hanno recentemente siglato un accordo operativo per la gestione del servizio di fatturazione elettronica.

“Grazie alla flessibilità e integrabilità delle componenti – afferma Mario Erba, vicedirettore generale della Banca Popolare di Sondrio – l’innovativa soluzione si adatta perfettamente alle esigenze di micro, piccole, medie e grandi imprese, consentendo altresì di gestire l’archiviazione e la conservazione sostitutiva delle fatture nel pieno rispetto della normativa”. L’accordo con la BPS consente all’Unione Artigiani di Sondrio di offrire a tutte le imprese associate la possibilità di usufruire del servizio di fatturazione elettronica, già operativo sul portale di Internet Banking, al fine di consentire ai clienti interessati, di ottemperare alla citata normativa: non è richiesta alcuna installazione software e sono a disposizione servizi modulari, integrabili e personalizzabili sulla base delle esigenze operative di ogni impresa artigiana e non.

“L’obiettivo principale della collaborazione – sottolinea il presidente della Confartigianato di Sondrio, Gionni Gritti – è quello di essere sempre più vicini alle imprese artigiane della nostra provincia, offrendo un servizio integrativo che punta ad alleggerire il pesante carico burocratico che condiziona la vita quotidiana di chi vorrebbe seriamente svolgere il proprio mestiere e si trova invece a combattere con procedure molto complicate”.