ORZINUOVI – Nubifragio: pesci “fuggono” dal laghetto. Sono danni infiniti

0
Continua la conta dei danni provocati nella Bassa dalle piogge delle ultime settimane.
laghetto orzinuoviOrzinuovi è il paese che è stato maggiormente colpito dal nubifragio, e oltre alle case e piazze allagate, oltre all’esondazione di fiumi e canali, oltre a un previsione di danni pari al 40%-50% sul raccolto di settembre, arriva in questi giorni l’annuncio della scomparsa di trenta quintali di pesce. Carpe, tinche e trote che erano ospitate nel laghetto di via Milano della famiglia Bonali sono state spazzate via dall’acqua e sono risalite lungo il fiume Oglio.
Il danno per i proprietari è gravissimo, i pesci sono usciti dal lago che era allagato e che era diventato un tutt’uno con i campi confinanti e con il fosso Conta. «Non ricordo un fatto simile da quando abito qui – riferisce sulle colonne del Giornale di Brescia il proprietario Alessandro Bonali -. Il nostro è un circolo sportivo. Avevo circa 40 quintali di pesce all’interno. Più di due terzi se li è mangiati il diluvio. Ora cercherò di rimpiazzarli pian piano, perché a settembre il circolo riapre. Un disastro».