VILLA CARCINA – Consiglio comunale su tasse, bilanci e nuovo diritto allo studio

0

Il consiglio comunale di Villa Carcina è convocato per giovedì 31 luglio alle ore 15 nella sala consiliare di via Manzoni per un lungo ordine del giorno. Esame ordine del giorno in materia di caccia, proposto dal capogruppo di “Uniti per fare – Insieme per Villa Carcina – Lega Nord” ed avente ad oggetto “d.l. 24 giugno 2014, n. 91″ sulla caccia, la discussione e approvazione della proposta indirizzi generali di governo ex art. 34 del vigente statuto comunale, approvazione del piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari e approvazione del regolamento comunale per l’applicazione dell’imposta unica comunale (Iuc).

Esame e approvazione del piano finanziario dei rifiuti per il triennio 2014-16, determinazione delle tariffe tassa rifiuti (Tari), aliquote Tasi e aliquote Imu per il 2014. Modifica artt. 4 e 5 del regolamento per la disciplina della compartecipazione dell’addizionale Irpef con la rideterminazione del limite di esenzione e applicazione di aliquote differenziate. Conferma delle tariffe 2014 per l’imposta di pubblicità e diritti sulle pubbliche affissioni e per il canone di occupazione del suolo pubblico, esame e approvazione del bilancio di previsione esercizio 2014, del bilancio pluriennale 2014-16, della relazione previsionale e programmatica 2014-16, elenco annuale 2014 e piano triennale delle opere pubbliche 2014-16 e la discussione e votazione degli emendamenti presentati.

Atto di indirizzo all’acquisizione delle quote di partecipazione nella società Azienda Servizi Farmaceutici Srl dal Comune di Sarezzo e determinazione dei gettoni di presenza spettanti ai consiglieri comunali. Poi l’approvazione del piano comunale per l’attuazione del diritto allo studio per l’anno scolastico 2014/15, il rinnovo della convenzione e delega alla Comunità montana della Valtrompia per la gestione in forma associata del servizio Suap Sportello unico per le attività produttive, individuazione degli ambiti territoriali oggetto di esclusione dall’applicazione della segnalazione certificata di inizio attività (Scia), presa d’atto della relazione del presidente della commissione Stu e il parere sul permesso di costruire in deroga mediante la realizzazione di un vano scala con montascale per un edificio in via Romagna.