PROVAGLIO V/S – Avis in festa al centro sportivo. Weekend di stand e buona cucina

0

Inizierà quest’oggi, 25 luglio 2014, e proseguirà fino a domenica, 27 luglio, la consueta Festa dell’Avis.

25

L’appuntamento, che prevede stan gastronomici e buona cucina, è presso il Centro sportivo.

Vi segnaliamo, tra gli appuntamenti di maggio interesse, quello di domenica 27: alle ore 22.3, potrete alzare gli occhi al cielo e lasciarvi commuovere dai fuochi d’artificio.

E la storia dell’Avis, la ricordate? Le origini dell’Associazione risalgono al 1926, quando il dottor Vittorio Formentano lanciò un appello sul Corriere della Sera a Milano al fine di costituire un gruppo di volontari per la donazione del sangue. All’invito risposero 17 persone, le quali si riunirono nel 1927, dando vita alla prima Associazione Italiana di Volontari del Sangue. Nell’occasione furono delineati gli obiettivi della futura associazione: soddisfare la crescente necessità di sangue dei diversi gruppi sanguigni; avere donatori pronti e controllati nella tipologia del sangue e nello stato di salute; lottare per eliminare la compravendita di sangue; donare gratuitamente sangue a tutti, senza alcuna discriminazione. L’Avis si costituì ufficialmente a Milano nel 1929 e venne riconosciuta dallo Stato nel 1950, con la Legge n. 49, mentre con la legge n. 592 del 1967 venne regolamentata la raccolta, la conservazione e la distribuzione del sangue umano sul territorio nazionale. Nel corso degli anni lo Statuto è rimasto pressoché immutato e fedele ai principi indicati da Formentano, e dagli anni ’70 la diffusione dell’Associazione si fece sempre più capillare, grazie alla nascita delle sedi regionali, provinciali e comunali, legate da un unico Statuto alla sede Nazionale. Con il passare degli anni è maturata una nuova cultura della donazione che ha sostituito agli ideali di eroismo, sacrificio e generosità caritatevole lo spirito di consapevolezza dei bisogni, di responsabilità, di coscienza civica e di partecipazione.