LUMEZZANE – Forza Nuova attacca la giunta. “Come Renzi, tassa i più deboli”

0

In perfetta linea con il governo Renzi, la nuova amministrazione targata PD parte anche a Lumezzane con il piede decisamente sbagliato e, seguendo la scia nazionale, prepara l’ennesimo aumento di tasse su immobili, locali commerciali e artigianali.
Nello specifico – si legge in una nota di Forza Nuova Lumezzane – dovendo colmare un buco di circa 1,7 milioni di euro nel bilancio comunale, la scelta è ricaduta ovviamente sulla soluzione più facile, ovvero prelevare i soldi, tutti e subito, direttamente dalle tasche di commercianti e semplici cittadini.

Forza Nuova‘Il recupero della somma è avvenuto con la Tasi, una scelta obbligata, impostaci dallo Stato’ dichiarano gli esponenti del PD, dimostrando un atteggiamento rassegnato e pavido, perfettamente allineato alla continuità del governo Renzi, con i suoi tristi predecessori Monti e Letta, ovvero una pressione fiscale selvaggia rivolta alle classi sociali più produttive e sempre più in difficoltà. Quello che intende dare Forza Nuova è invece una speranza, una non-rassegnazione rilanciabile in proposte alternative.

Eccone alcune nello specifico: azzeramento al minimo di legge della Tasi sulla prima casa, che dovrebbe rappresentare, lo ricordiamo, un diritto ed un punto d’arrivo per ogni famiglia; aumento delle aliquote al massimo consentito per i soli Istituti Bancari, per le “Sale Slot” e le sedi delle Assicurazioni; rivalutazione delle spese di welfare, con una chiara priorità di spesa verso i cittadini di comprovata e duratura residenza nel Comune di Lumezzane; accorpamento, rivalutazione e riduzione delle spese comunali; possibilità di pagamento delle imposte comunali tramite lavori socialmente utili e servizi pubblici (nonno vigile, pulizia aree verdi, ecc…).