APRICA – Gran Premio Giovanissimi e Campionato Italiano Maestri, primo sopralluogo

0

Venerdì 18 e sabato 19 luglio scorsi Aprica ha ospitato una delegazione ai massimi livelli dell’AMSI (Associazione Maestri Sci Italiani) per il primo sopralluogo ispettivo in vista dell’edizione 2015 della finale del 38° Gran Premio Giovanissimi e del 49° Campionato italiano Maestri, in programma dal 10 al 12 e dal 14 al 16 aprile 2015, verso il termine della prossima stagione sciistica. Il presidente di AMSI Maurizio Bonelli, il responsabile marketing e comunicazione Enrico Cuman e l’addetto stampa Giovanni Milazzo hanno visitato le piste e le strutture del comprensorio aprichese, incontrando i componenti del Comitato Organizzatore, del quale fanno parte in primis le istituzioni, a partire dal Comune di Aprica. In particolare, con il supporto della SITA, si è svolta la visita delle zone di gara, che sono state inquadrate nelle piste Lago e Benedetti per lo sci alpino, mentre le gare delle discipline di sci nordico (tecnica classica) e snowboard saranno allestite in località Magnolta. Nella tarda mattinata è stato poi verificato il percorso della sfilata (avverrà nel centralissimo corso Roma, per l’occasione chiuso al traffico) e della zona in cui sarà allestito il palco per il giuramento dell’atleta e per le premiazioni.

Il comitato organizzatore
Il comitato organizzatore

Nel pomeriggio, con il Comitato Organizzatore locale, il sindaco Carla Cioccarelli, il vicesindaco Bruno Corvi, Sara Panatti dell’Associazione Albergatori e il presidente AMSI Lombardia Luciano Stampa, c’è stato il confronto per la definizione della gestione dell’evento a 360°. Nel corso dei sopralluoghi e delle riunioni sono emerse l’idoneità della stazione valtellinese e la volontà di tutti gli attori di organizzare ed ospitare nel miglior modo il doppio evento, che del resto la località aveva già svolto nel 2001. Fanno parte del CO, oltre a Corvi e Panatti, il direttore della Scuola Sci Aprica Fabrizio Ricetti, il presidente SITA Fausto Bozzi, il presidente SIBA Domenico Cioccarelli, il presidente Proloco Marco Della Moretta, il direttore del Consorzio Terziere Superiore Pierluigi Negri, Laura Buzzella e Alliana Bozzi per Skipass Aprica e l’addetto stampa locale. Alcuni di essi hanno accompagnato la visita degli ospiti, accogliendo le loro richieste e ponendo le basi per un’edizione all’altezza delle attese. L’impegno preso comporterà una considerevole mole di lavoro preparatorio, sia dal punto di vista tecnico-organizzativo che da quello logistico. Importante l’impegno finanziario (si parla di 30-40 mila euro almeno) che l’ente pubblico si accollerà.

Ne beneficeranno gli operatori economici di Aprica e dell’intero comprensorio turistico-sciistico, ma l’aspetto più positivo per la “grande opportunità da non perdere”, sarà quello promozionale, che se ben curato porterà benefici anche maggiori nel tempo. Sponsor principale della manifestazione è proprio il Comune di Aprica, che verrà comunque supportato dalle associazioni locali, oltre che da un contributo degli operatori alberghieri (si parla di 5 euro a favore del Comune per ogni presenza) e dell’offerta di un certo numero di skipass gratuiti per gli ospiti di riguardo da parte degli impianti. Il sindaco Cioccarelli ha rimarcato una volta di più che la finale del Gran Premio Giovanissimi 2015 e il Campionato Italiano Maestri “sono una grande opportunità di business diretto e uno spot propagandistico che Aprica deve saper sfruttare al meglio”. E che lei è del tutto fiduciosa circa il buon esito dei preparativi, anche perché “Aprica ha, tra le sue più significative risorse umane, quella di Bruno Corvi, onnipresente e figura essenziale per l’Aprica turistica”.

Quanto al Campionato Italiano Maestri, è un appuntamento prestigioso dalla forte tradizione e che nella sua storia ha visto sfilare tanti campioni della neve che hanno sposato il marchio Scuola Italiana Sci. Come ad esempio Zeno Colò, Giuseppe Compagnoni, Italo Soldà, Gerhard Königsrainer, Kristian Ghedina per lo sci alpino, o Renzo Chiocchetti, Angelo Carrara, Maria Canins nello sci nordico, o Lidia Trettel e il compianto Davide Marciandi nello snowboard. Fin dalle prime edizioni, ormai risalenti a quasi mezzo secolo fa, l’evento ha saputo coniugare al meglio sport, sana competizione e divertimento. Anche oggi consente ad amici (prima che colleghi) di passare qualche giorno insieme al termine della stagione invernale. La Scuola Italiana Sci Aprica lo ha vinto ripetutamente. Al posto di Negri è stato nominato coordinatore lo stesso vicesindaco Corvi.