TRENTO – Immersivo, intuitivo, touchless: apre Maxi Ooh!, l’innovativo spazio sensoriale del MUSE

0

Il Maxi Ooh!, il nuovo spazio del MUSE Museo delle Scienze – dal nome giocoso e divertente – è stato inaugurato in occasione del primo compleanno del museo, il 19 luglio, con una festa in piena regola (oltre 10.000 persone).

trento_muse_Michela-SimonciniUn’area che non esisteva, dedicata ai bambini dagli 0 ai 5 anni, che possono coltivare l’attitudine a scoprire, provare, e sperimentare in prima persona. Partendo da quello che sanno fare così bene, ossia toccando, annusando, guardando e ascoltando. Lo spazio si suddivide in due macro aree: la prima dedicata all’accoglienza e al relax (spazio per soddisfare i bisogni primari dei bambini, nonché sala di decantazione dell’esperienza vissuta) e l’altra composta da tre zone di azione, dove si sperimentano percorsi sensoriali declinati secondo le percezioni tattili e sonore.

Queste tre zone d’azione si sviluppano all’interno di altrettante stanze sferiche, che come delle bolle dividono lo spazio e allo stesso tempo proteggono e rendono esclusiva l’esperienza delle coppie di “babult” (ossia bambini + adulti, i loro genitori o accompagnatori). Anche la toilet diventa spazio di scoperta, e per questo si trova all’interno di una sfera.

A caratterizzare Maxi Ooh! in modo peculiare è la nuova modalità di scoperta dell’ambiente e di interazione fra adulti e bambini, non riconducibile a nessuna delle esperienze oggi esistenti.