SEBINO – Legambiente si oppone ai tagli degli autobus in agosto. “Neanche in Africa”

0

“Nemmeno nei paesi del terzo mondo verrebbero tagliati completamente i Servizi di trasporto pubblico dal 10 al 24 agosto, come si sta profilando nella provincia di Bergamo, nessun taglio alla spesa pubblica
può giustificare un simile provvedimento che farebbe sparire un principio base degli obblighi di servizio pubblico, quello dei servizi minimi”.
Con queste parole Dario Balotta, Responsabile Trasporti Legambiente Lombardia, commenta la scelta dei tagli autobus, prosegue poi: “ e’ sorprendente che, mentre si annuncia l’imminente apertura
della Brebemi per migliorare (forse) la mobilità privata sul territorio  bergamasco, si debba cancellare la mobilità pubblica extraurbana nella Provincia, cioè  450mila km/autobus per risparmiare 700mila euro, somma imposta dai tagli della legge 89/2014 (quella degli 80 euro), e pensare che  il costo di un solo km di Brebemi, 3,8 milioni di euro,  si
potrebbero evitare 54 tagli da 700mila euro.legambiente
I tagli ai servizi estivi, inoltre, sarebbero gravi perché  verrebbero  effettuati proprio in una fase in cui c’è una maggiore richiesta di trasporto pubblico di cittadini
e pendolari, che vorrebbero lasciare a casa l’automobile per ridurre
l’inquinamento ed i costi, la crisi morde ancora.
Non solo, ma sarebbe anche un cattivo biglietto da visita per il turismo far trovare le valli
e i laghi bergamaschi privi di ogni servizio di trasporto pubblico nel
mese di punta.
Questa scelta è la dimostrazione di una caotica situazione regionale del trasporto pubblico (su autobus e su ferrovia)  che, nonostante i proclami riformatori, lo vede ancora lontano dai livelli di gestione efficiente e di competizione, che in Europa hanno fatto la positiva differenza”.