PINZOLO – Inter, esordio stagionale nel segno di Mauro Icardi

0

È già l’Inter di Mauro Icardi. Il centravanti argentino, apparso in una condizione atletica più che buona, ha bagnato il proprio esordio stagionale con due reti, mettendo la propria firma nel 6-1 rifilato dai nerazzurri al Trentino Team. Di fronte a quasi tremila spettatori, accorsi in Val Rendena per non perdersi la prima uscita ufficiale dell’Inter, Ranocchia e compagni hanno offerto una prestazione convincente, giocando a buoni ritmi nonostante i pesanti carichi di lavoro accumulati nei primi sette giorni del ritiro di Pinzolo.

«I ragazzi hanno lavorato molto bene – ha confermato a fine gara Walter Mazzarri – hanno disputato una buona partita, anche se i carichi di questi giorni sono stati pesanti. Jonathan? C’è grande disponibilità da parte di tutti, il brasiliano si sta adattando a fare la mezzala e secondo me potrà comportarsi bene anche in questo ruolo».

Per la prima sgambata stagionale il tecnico livornese è ripartito dal modulo utilizzato nella passata stagione e riproposto con continuità anche in questa fase di preparazione in quota, un 3-5-2 con Icardi e il giovane Bonazzoli a formare la coppia d’attacco. A centrocampo spazio a Kuzmanovic in regia, con Jonathan e Obi interni, D’Ambrosio e il nuovo acquisto Dodò a presidiare le corsie laterali. Nel reparto arretrato, a protezione della porta difesa da Carrizo, capitan Ranocchia è stato affiancato da Juan Jesus e Andreolli.

?????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????I nerazzurri, orfani di Handanovic, Botta e Vidic (oltre, ovviamente, ai giocatori reduci dal Mondiale brasiliano, compreso Kovacic, arrivato solamente oggi a Pinzolo), hanno sfruttato il maggior tasso tecnico per imporre fin dalle prime battute il proprio gioco, cercando di sfruttare le discese degli esterni Dodò e D’Ambrosio e le sovrapposizioni dei vivaci Obi e Jonathan (il più acclamato e applaudito dal pubblico). Proprio il numero due brasiliano ha avuto l’onore di sbloccare il risultato dopo appena

8’, chiedendo e ottenendo triangolo da Icardi e battendo imparabilmente Fracalossi. Il raddoppio è arrivato al 23’: fallo in area di Moscatelli su Jonathan, Fracalossi respinge il penalty di Icardi, ma nulla può sulla successiva ribattuta del centravanti argentino.

Il numero nove dell’Inter, apparso già in buona condizione, ha regalato il personale bis tre minuti più tardi, sfruttando la torre di Ranocchia e anticipando sotto misura l’estremo difensore del Trentino Team. A tre minuti dallo scadere della prima frazione di gioco c’è stata gloria anche per Federico Bonazzoli, il giovanissimo attaccante classe 1997 promosso in prima squadra direttamente dalla formazione Allievi, in gol su assist dalla destra di D’Ambrosio.
Nella ripresa spazio fin dal 1’ a Silvestre, Schelotto e Laxalt, tre giocatori rientrati in estate dai rispettivi prestiti, mentre successivamente Mazzarri ha dato spazio anche a Berni, Steffè, Ventre, Puscas, Palazzi, Sciacca e all’attesissimo M’Vila, subentrato a Kuzmanovic al 60’, al debutto assoluto con la maglia dell’Inter. Poco prima, al 56’, a strappare gli applausi del folto pubblico del centro sportivo Pineta è stato nuovamente Bonazzoli, con un gran tiro da fuori area terminato nel sette alla destra dell’incolpevole Rossatti.

Nell’ultima mezz’ora di gioco i ritmi sono comprensibilmente calati, con il Trentino Team che ha trovato la rete della bandiera all’88’ con Alessio Mariotti, abile ad approfittare di un’indecisione di Berni. Nel recupero è arrivata la sesta ed ultima rete dell’Inter, firmata, con una penetrazione centrale, da Juan Jesus. Domani la squadra si allenerà solamente al pomeriggio, in una seduta aperta al pubblico e agli operatori delle televisioni. Venerdì, invece, doppio allenamento prima dell’attesa “Notte nerazzurra” in piazza Carera con ospite Andrea Ranocchia.