MILANO – Expo, la Regione investe 8 milioni sui parchi e la biodiversità

0

La giunta regionale della Lombardia, su proposta degli assessori Claudia Maria Terzi (Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile) e Antonio Rossi (Sport e Politiche per i giovani), ha approvato, nella seduta odierna, gli “Interventi regionali per promuovere la valorizzazione e la fruibilità dei Parchi regionali in occasione di Expo 2015”. “Regione Lombardia, così come il mio assessorato, è in prima linea per la tutela della biodiversità e, anche attraverso questo intervento, conferma il suo impegno a rendere sempre più fruibili queste aree verdi di grande pregio ambientale, anche in vista di Expo” ha dichiarato l’assessore all’Ambiente, Energia e
Sviluppo sostenibile Claudia Maria Terzi.

Parchi lombardi“Si tratta di un intervento che riguarda anche il territorio montano – ha aggiunto l’assessore allo Sport e Politiche per i giovani Antonio Rossi – e che mira a valorizzarne le peculiarità in materia di turismo eco-sostenibile. Attraverso questi temi è possibile promuovere la nostra regione, che per il 40% è fatta di montagne e che vanta aree naturalistiche di assoluto valore, in grado di raccontare la storia e la cultura delle nostre radici anche attraverso la conoscenza delle biodiversità e delle strategie ambientali”. L’importo complessivo della spesa ammonta a 8 milioni di euro, da imputare al capitolo “Contributi agli enti gestori delle aree protette regionali per interventi di tutela e riqualificazione ambientale, di sviluppo delle attività sostenibili e di fruizione e per l’acquisizione di aree o di beni nelle aree protette regionali e nei parchi locali di interesse sovracomunale”, di cui 1,6 milioni di euro sul bilancio 2014, e 6,4 milioni sul bilancio 2015.

Il territorio interessato è quello dei 24 parchi regionali. I soggetti destinatari del contributo sono gli enti gestori dei Parchi regionali organizzati in cinque raggruppamenti. Le azioni prevedono, per i parchi di cintura metropolitana: mobilità dolce e completamento del museo del Gusto; per i Parchi pedemontani completamento del sistema turistico-ricettivo e potenziamento della rete di siti archeologici visitabili; per i Parchi fluviali ampliamento della rete ciclabile e degli ostelli, ampliamento dei pacchetti turistici di valore ambientale e storico/architettonico; per i parchi montani valorizzazione degli itinerari e delle produzioni di alpeggio di qualità, e infine per i parchi orientali miglioramento dei collegamenti via terra – ciclopedonali e via acqua. L’obiettivo è la salvaguardia della biodiversità e la valorizzazione delle aree protette, parchi naturali, protezione naturalistica e forestazione.

In particolare, gli interventi di investimento mirano a valorizzare il territorio lombardo compreso nelle aree protette favorendo il turismo sostenibile e la fruizione di qualità, promuovendo l’offerta coordinata di servizi e coniugando la valorizzazione delle vocazioni territoriali con la tutela della biodiversità; rafforzare le strategie ambientali sul territorio quali elementi di coerenza e coesione tra le politiche dei parchi e delle istituzioni locali. La realizzazione di tali interventi promuove la fruizione di qualità e il turismo sostenibile nelle aree protette attraverso il rafforzamento dei requisiti strutturali, infrastrutturali e di servizio necessari a consolidare l’offerta fruitiva e turistica, integrando la valorizzazione del patrimonio ambientale e culturale, in occasione di Expo 2015.