LUMEZZANE – Mondiali Enduro, Gran Premio d'Italia e Xtreme vanno in scena

0

Nella sala conferenze della Croce Bianca di Lumezzane ieri si è svolta la presentazione ufficiale dell’Evento che il Moto Club Lumezzane organizza nei giorni 2 e 3 agosto prossimi. Due settimane allo scoccare dell’ora “X”, dunque, in una forma retorica pertinente, poiché la ”X” non viene a caso. È l’ottava edizione della Xtreme Lumezzane, infatti, la competizione di Enduro Estremo inventata dai soci del Moto Club Lumezzane, che accompagna la sesta prova del Campionato del Mondo di Enduro. L’innegabile straordinarietà dell’Evento sta, appunto, nel gemellaggio tra il Grand Prix d’Italia Acerbis di Enduro e l’emozionante gara che ha il suo apice al Dente del Diavolo, il luogo che è l’icona dell’Xtreme Lumezzane. Ancor più straordinario è il fatto che l’”Evento” ha per centro una Città, Lumezzane, e la sua appassionata comunità. L’idea dell’”Evento” è nata con l’avvicinarsi del cinquantenario della fondazione del Moto Club, e ne rappresenta la celebrazione ideale, differita di un anno. La ragione del posticipo è legata al fatto che lo scorso anno l’Italia, per dare il massimo spazio alle Sei Giorni Internazionale di Enduro, non ha ospitato nessun altra competizione di Enduro di massimo livello.

Xtreme e CoppaCosì, un anno più tardi, va in scena la “premeditata” prova del Mondiale di Enduro, unita per l’occasione all’ottava edizione della Xtreme Lumezzane. Che sia un progetto ambizioso è facile intuirlo, ma del resto la storia del Moto Club ha i suoi punti di riferimento proprio nella realizzazione di vere e proprie imprese organizzative, dal primo Campionato del Mondo disputato in Italia nel 1990 alla prima Xtreme Lumezzane del 2002, passando per la storica, indimenticabile 72a edizione della Sei Giorni del 1997. Per realizzare il progetto, il Moto Club ha lavorato incessantemente per due anni, guidato dal suo presidente Damiano Bugatti e da quel ristretto gruppo di coordinamento che è da anni la colonna portante del sodalizio. La base di esperienza maturata negli anni delle grandi imprese organizzative è il trampolino di lancio di una successiva evoluzione, che porta l’”Evento” su un gradino più alto. Rispetto elle edizioni del passato, infatti, la gara di Lumezzane è stata affinata, “aggiornata” al più moderno schema agonistico e spettacolare e alle nuove tecnologie, e la collaborazione con il promoter del Mondiale, Alain Blanchard, è stata in questo senso produttiva.

La struttura dell’Xtreme, invece, poggia sulla formula di base, rivelatasi vincente sin dalla prima edizione del 2002. I più grandi specialisti del Mondo si riuniranno a Lumezzane, il 2 e il 3 agosto, per dar vita a un doppio confronto, dapprima sui percorsi dell’Enduro “tradizionale”, pur nella logica severità del Mondiale, e quindi sul tracciato mozzafiato dell’Xtreme Lumezzane. L’”Evento” presenta caratteristiche di fama e di unicità difficilmente eguagliabili, anche in altre discipline. Il campionato del Mondo di Enduro, nato nel 1990 come evoluzione del Campionato Europeo, prevede il GP d’Italia dopo quelli già disputati di Spagna, Portogallo, Grecia, Finlandia e Svezia e precede l’ultimo appuntamento della stagione, fissato per il weekend centrale di settembre, come da tradizione in Francia, a Brioude. Il programma prevede sabato 2 agosto alle ore 9 la partenza dallo Stadio Comunale di Piatucco della prima giornata di gara. Tre giri dell’anello di percorso con tre prove speciali da disputarsi tre volte ciascuna. Alle 16 l’arrivo della prima giornata di gara e alle 17,30 il podio del Gran premio d’Italia.

Domenica 3 agosto alle 9 la partenza dallo Stadio Comunale di Piatucco della seconda giornata di gara, ancora con tre giri dell’anello di percorso con tre prove speciali da disputarsi tre volte ciascuna, alle 16 l’arrivo della seconda giornata di gara e alle 17,30 il podio del Gran premio d’Italia. La Xtreme Lumezzane, invece, prende spunto dalla gara lanciata nel 2002. Tra gli organizzatori, il presidente del sodalizio bresciano Damiano Bugatti, il vice Pierdomenico Dallera e Aldo Seccamani, lo “scultore” del dente del Diavolo. L’edizione andrà “in onda” a partire dalle ore 20 di domenica 3 agosto, al termine della sesta prova di campionato del Mondo di Enduro. L’Xtreme Lumezzane si disputa su un anello di tracciato corto ma “micidiale”, che i concorrenti devono percorrere tre volte. Al termine di ogni giro, sotto le luci dei riflettori, va in scena lo spettacolo del “Dhet del Diaol”. La previsione di conclusione sulla salita impossibile del Dente del Diavolo è per le ore 23. I concorrenti ammessi a partecipare all’edizione 2014 sono i primi sessanta classificati della prova di Campionato del Mondo di Enduro. Il programma prevede per domenica 3 agosto alle 19 l’allineamento dei piloti finalisti allo Stadio Comunale di Piatucco, alle 20 la partenza del primo concorrente e alle 21 il passaggio del primo al Dente del Diavolo.

Alle 23 è prevista la conclusione e a seguire il podio. A seguire ci sarà il sorteggio del vincitore della sottoscrizione. La festa dell’Xtreme Lumezzane continua nell’area del piazzale Piscine sotto il tendone allestito dal Gaim. L’edizione 2014 assegnerà trofei, coppe e premi in denaro con il Trofeo Xtreme ai primi tre classificati e una coppa al 4° e 5°. La classifica individuale dei piloti prevede al 1° classificato 4.000 euro, al 2° 1.500 euro, al 3° 1.000 euro, al 4° 500 euro e al 5° 500 euro. Per i team la classifica a premi darà 2.000 euro al primo, 1.500 al secondo e 1.000 al terzo. L’“Xtreme Award”, invece, è il premio che sarà sorteggiato tra tutti quanti aderiranno alla sottoscrizione dell’Xtreme Lumezzane. Il vincitore si aggiudicherà il premio speciale costituito da una moto in edizione Racing Xtreme Lumezzane, messa in palio dal Motoclub Lumezzane. Il sorteggio del premio più ambito dagli appassionati verrà fatto la sera di domenica 3 agosto alla cerimonia del podio al Dente del Cavallo. La gara di Xtreme Lumezzane dalle 20 alle 24 sarà trasmessa in diretta televisiva e in streaming su Teletutto.

ALBO D’ORO DI XTREME

PERCORSI DELLE GARE

COPPA MONDO ENDURO

PIANO LOGISTICO