DORIO (LC) – Aperta la galleria Monte Piazzo, Maroni: “Strategica per territorio”

0

“Avanti con la realizzazione delle infrastrutture” sulle quali “la Regione Lombardia investe in maniera importante”, nonostante i continui e progressivi “tagli degli investimenti da parte dello Stato”. Lo ha detto stamattina il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni intervenendo alle celebrazioni per l’apertura della galleria Monte Piazzo sulla Ss 36. “Riaprire una Galleria come la Monte Piazzo in tempi relativamente brevi significa aiutare non solo la viabilità in una zona strategica per la Lombardia, ma anche l’economia di questo territorio che ruota attorno al turismo sia del lago che delle splendide montagne della Valtellina” ha detto l’assessore regionale allo Sport e Politiche per i giovani Antonio Rossi a margine della cerimonia per la riapertura del tunnel lecchese.

Il taglio del nastro
Il taglio del nastro

“Sono state giornate e anni di sacrifici non solo per gli abitanti, ma anche per chi viaggia – ha concluso l’assessore.- Oggi quello che spesso è stato vissuto come un incubo è finalmente terminato. La rete viaria principale lombarda – ha ricordato il governatore – supera i 12 mila chilometri, di cui 900 di strade statali e circa 11 mila di strade provinciali, oltre a 58 mila chilometri di strade comunali. Numeri, questi, che impongono costanti interventi di manutenzione e riqualificazione, per assicurare ai cittadini lombardi la sicurezza e la comodità negli spostamenti”.

Maroni ha sottolineato la questione della manutenzione, chiedendosi cosa succederà sotto questo profilo dopo l’abolizione delle Province e ricordando che anche i Comuni “hanno difficoltà a reperire fondi” da destinare a questo capitolo. “La spesa per investimenti pubblici in infrastrutture italiana – ha sottolineato – è scesa dal 3,5% del Pil del 1981 al 3,1% del 1991, al 2,4% del 2001, all’1,7%”. In controtendenza, la Regione Lombardia “ha contribuito alla realizzazione di importanti opere infrastrutturali” ha proseguito Maroni, ricordando il “tunnel Monza-Cinisello Balsamo, l’inaugurazione della nuova SS38 in Valtellina (in autunno cominceranno, invece, i lavori per la variante di Morbegno).

Il 23 luglio – ha aggiunto – inaugureremo la Brebemi e l’Arco Teem (tutta la Teem verrà realizzata entro Expo)”. Realizzare le infrastrutture deve essere un “impegno che continua” ha proseguito Maroni, dicendosi certo che “questo sarà l’impegno della Regione e anche del Governo nazionale”, al quale è tornato a chiedere “attenzione per la realizzazione del ‘Peduncolo di Dervio'” e ribadendo “la necessità di arrivare, entro pochi giorni, all’approvazione della defiscalizzazione della Pedemontana da parte del Cipe. Su questo punto – ha concluso – c’è l’accordo da parte di tutti, ci sono le risorse, manca solo un passaggio formale e burocratico, senza il quale però, tutto diventa più difficile”.