APRICA – Giornata alpina di orgoglio nazionale. A fine settembre un’esercitazione

0

“Sempre disponibili per gli altri e per la Nazione gli Alpini, com’è stata costante della loro lunga storia”. Lo ha ribadito ieri il presidente della sezione tiranese, Mario Rumo, nel corso della Giornata Alpina, celebrata all’Aprica come da tradizione.

Alpini ApricaDopo la sfilata che ha mosso dal monumento ai caduti in Piazza del Palabione ed è giunta alla sede di via Vecchio Mulino, c’è stata l’esecuzione dell’inno nazionale da parte della banda musicale di Villa di Tirano, quindi il saluto istituzionale del vicesindaco aprichese Bruno Corvi, seguito da quello del presidente del Gruppo Aprica, Carlo Ambrosini e infine di Rumo che ha richiamato la funzione di testimonianza dei valori più alti e dello spirito di servizio che animano il Corpo.

Il presidente ha anche annunciato per i giorni 26, 27 e 28 settembre un’esercitazione di Protezione civile intersezionale, con la partecipazione di circa 250 volontari provenienti dalle sezioni lombarde. L’esercitazione avrà scopi addestrativi e di prevenzione, ma anche operativi di ripristino di alcune aree e corsi d’acqua del territorio comunale in condizioni critiche.

La giornata di festa è proseguita, dopo la messa celebrata dal parroco di Aprica, con il rancio alpino preparato e distribuito dalle penne nere locali, di cui è segretario Renato Della Moretta. Un folto seguito di cittadini e ospiti della località ha partecipato a tutte le fasi della festa. Presenti anche l’Istituto del Nastro Azzurro provinciale e alcuni singoli rappresentanti di altri Corpi, in particolare bersaglieri e avieri, così come alpini e graduati provenienti da località diverse.