SAREZZO – Giunta, minoranze: “Due assessori sono in conflitto d’interesse”

0

Ci sarebbero conflitti di interesse tra alcuni assessori nella giunta comunale del sindaco di Sarezzo Diego Toscani. L’attacco arriva dai tre gruppi consiliari di opposizione nel consiglio comunale saretino che ieri hanno presentato un esposto inviato al Prefetto di Brescia Narcisa Brassesco Pace per chiedere un intervento. “Sarezzo bene comune” di Sergio Aurora, la lista civica “Ponte. Zanano. Sarezzo Insieme” di Armando Signorini e Giovanni Cappello del Movimento 5 Stelle hanno contestato il rifiuto da parte del presidente del Consiglio comunale di inserire un loro ordine del giorno per discutere la composizione della squadra di governo.

Comune SarezzoIn particolare gli schieramenti avevano scritto il 24 giugno scorso dopo la seduta del 12 giugno per chiedere delucidazioni e sollevare presunti casi di “conflitti di interesse conseguenti all’attività imprenditoriale del sindaco, legato da vincoli societari e anche immobiliari, con un assessore e con alle dipendenze, in una posizione di rilievo, di un altro assessore” si legge nell’esposto inviato a Palazzo Broletto. Il 30 giugno il presidente del Consiglio comunale ha scritto ai gruppi negando la presentazione dell’ordine del giorno nel prossimo consiglio (che era previsto il 15 luglio, poi revocato) perché “l’argomento era già stato trattato nella seduta di insediamento e non è di competenza del consiglio comunale” si legge nella motivazione.

L’esposto, firmato dai consiglieri Sergio Aurora, Maria Pintossi, Armando Signorini, Silvia Prandelli e Giovanni Cappello chiede al Prefetto di “prendere i relativi provvedimenti del caso”. Secondo i consiglieri firmatari della richiesta, gli assessori sui quali penderebbe il rischio di possibili conflitti di interesse sarebbero Rudi Gatta, che ha la delega, tra le altre, alla Polizia locale e Fabio Ferraglio come assessore esterno competente su Urbanistica ed Edilizia privata. Il primo è stato contestato per le sue attività edili che sarebbero incompatibili con i controlli che la Polizia locale compie proprio sulle attività cantieristiche, mentre il secondo avrebbe ricevuto delle critiche in quanto dipendente di un’azienda di rilievo del sindaco Diego Toscani. Si attende solo che il Prefetto, se vorrà farlo, risponda all’esposto.

LEGGI L’ESPOSTO INVIATO AL PREFETTO