VALTROMPIA – Massimo Ottelli nuovo presidente della Comunità montana

0

Massimo Ottelli è stato eletto nuovo presidente della Comunità montana della Valtrompia. L’ex sindaco di Sarezzo, responsabile per gli enti locali del Partito Democratico e capogruppo dell’opposizione nell’amministrazione appena conclusa e presieduta da Bruno Bettinsoli, come era previsto, ha avuto la maggioranza a suo favore ieri sera nella sede di via Matteotti a Gardone. Per lui sono arrivati i voti dei dodici paesi che, comprese le ultime elezioni comunali del 25 maggio e del ballottaggio l’8 giugno a Lumezzane, hanno visto prevalere il centro sinistra: si tratta di Bovegno, Tavernole, Pezzaze, Lumezzane, Sarezzo, Gardone, Marmentino, Concesio, Nave, Bovezzo, Caino e Brione che nell’ente comunitario hanno costituito il gruppo “Civici e democratici della Valtrompia”. In tutto, l’83% di rappresentanza dei cittadini valtrumplini.

Massimo Ottelli nuovo presidente della Comunità montana
Massimo Ottelli nuovo presidente della Comunità montana

Dalle parti della minoranza di centro destra (contrari al voto), invece, siedono i consiglieri dei paesi di Marcheno, Collio, Polaveno, Lodrino e Villa Carcina nel gruppo “Patto per la Valtrompia”. L’unico escluso dai gruppi è il Comune di Irma di cui il sindaco Mauro Bertelli (astenuto sul voto) ha formato uno schieramento indipendente. Sono quattro gli assessori che formano la giunta insediata proprio ieri: Clara Ricci, nominata anche vicepresidente e rappresentante di Gardone, Fabio Buscio per Pezzaze, Angelo Marino di Concesio e Mario Folli di Bovezzo. In carica di “supplenti” ci sono Gerardo Ferri per Tavernole, Anna Strapparava di Lumezzane, Marco Archetti di Nave e Davide Scalvini di Marmentino.

La prima seduta della nuova amministrazione montana è stata guidata dal sindaco di Villa Carcina Gianmaria Giraudini che ha votato contro la scelta di nominare presidente Ottelli e parlando, riferendosi all’ex sindaco saretino, di “un cambio repentino di maggioranza” e di “un governo istituzionale sempre chiesto da lui e in un continuo rapporto con le opposizioni, ma un cambiamento di tendenza”.

Più diplomatico, ma non troppo, invece, il sindaco di Concesio Stefano Retali che ha ringraziato l’ultimo presidente Bruno Bettinsoli, ma definendo “parziale la precedente amministrazione per distribuire i contributi sul territorio, nonostante il nostro atteggiamento costruttivo”. Quali saranno i temi della nuova politica comunitaria? “Partecipazione dei cittadini, rete e associazioni, oltre ovviamente a viabilità e depurazione” ha commentato il neo presidente elencando le linee generali del mandato quinquennale.