GARDONE – 30 anni di “L’Aquilone”, in Santa Maria Angeli “Anime” di De André

0

Il gruppo teatrale dell’oratorio di Ponte Zanano, in occasione del 30° anniversario della cooperativa sociale “L’Aquilone”, propone lo spettacolo “Anime… Anime che si raccontano dalle poesie dell’antologia di Spoon River di Edgar Lee Masters e dalle canzoni di Fabrizio De André”, un racconto teatral musicale che andrà in scena in replica sabato 12 luglio alle ore 21 nel chiostro del convento di Santa Maria degli Angeli a Gardone Valtrompia o, in caso di maltempo, nella palestra dell’Itis Beretta in via Canossi. Dopo la “prima” tenutasi a febbraio all’oratorio di Ponte Zanano e il successo di pubblico che ha accompagnato le successive repliche, lo spettacolo andrà in scena con il Sistema dei Beni Culturali e Ambientali della Valtrompia.

AnimeDopo la felice esperienza di numerosi musical e dello spettacolo “Vestito di sabbia e di bianco” ispirato al celeberrimo album “La buona Novella” di Fabrizio De André, il gruppo teatrale dell’oratorio di Ponte Zanano presenta quest’anno al pubblico un nuovo lavoro, ispirato all’Antologia di Spoon River di Edgar Lee Masters e costruito attorno a un altro concept-album deandreiano, “Non al denaro, non all’amore né al cielo”. Quando, nel 1972, De André lo pubblicò con una serie di canzoni ispirate all’Antologia di Spoon River (tradotta in italiano da Fernanda Pivano), un critico autorevole dichiarò che i testi del cantautore italiano nulla avevano da invidiare all’originale.

La morte che racconta la vita: questa è l’intuizione dell’Antologia, tradotta in musica da Fabrizio De André. Nel nuovo racconto teatral-musicale, il gruppo, oltre alle anime di Spoon River, ha scelto di inserire anche altre “anime” della produzione artistica di De Andrè, che in qualche modo si raccontano dall’aldilà. Si incontrano così i personaggi variopinti dell’immaginaria cittadina americana di Spoon River vissuti a cavallo tra il XIX e il XX secolo con le loro debolezze, inquietudini, pochezze e grandiosità viste da tre angolature diverse: la prospettiva teatrale, le poesie di Edgard Lee Masters e le canzoni di De Andrè.

Si scoprono però anche altre anime perennemente in cerca di giustizia (Geordie), anime in guerra contro l’assurdità della guerra (Piero), anime intrise d’amore, un amore intenso, tormentato ed anticonformista come intensi, tormentati e liberi sono i personaggi di De Andrè (Andrea, Bocca di rosa). Un mondo quindi di intense emozioni quello che il gruppo di Ponte Zanano cerca di raccontare con questo nuovo spettacolo, che si colloca tra pièce teatrale ed esibizione musicale.