TRENTO – Trento Film festival 365: l’omaggio a Nikolaus Geyrhalter

0

Nikolaus Geyrhalter, uno dei più grandi documentaristi viventi del nostro tempo, è stato uno dei protagonisti della 62° edizione del Trento Film Festival. Non solo ospite a Trento come membro della giuria internazionale ma, durante il Festival, grazie alla collaborazione con il Forum Austriaco di Cultura di Milano, è stato possibile presentare in anteprima in Italia quattro sue pellicole.

nikolaus geyrhalterL’omaggio al registra austriaco verrà riproposto a Milano, dalla Cineteca di Milano che in quattro serate (il 16, 17, 18 e 20 luglio) proietterà presso lo Spazio Oberdan “Donauspital”, “Abendland”, “Allentsteig” e “7915 km”. I film sono in lingua originale con sottotitolati in italiano realizzati dal Trento Film Festival.

Nikolaus Geyrhalter nasce a Vienna nel 1972. Nel 1994 fonda la Geyrhalter Filmproduktion. Tra i suoi film ricordiamo Pripyat (1999) con cui vince il Premio della Giuria di Visions du Réel di Nyon, oltre ad essere premiato in numerosi altri festival; Our Daily Bread (2005), che vince il Premio Speciale della Giuria all’IDFA di Amsterdam e l’Adolf Grimme-Preis in Germania; tra i suoi ultimi lavori Abendland (2011), premiato a numerosi festival internazionali tra cui il Planete Doc Film Festival di Varsavia, e Donauspital (2012), presentato al festival di cinema austriaco Diagonale e poi in concorso a FID, festival del documentario di Marsiglia. Nel 2003 gli è stato conferito il Premio di Stato austriaco per l’arte cinematografica.

16, 17, 18 e 20 luglio – Spazio Oberdan, viale Vittorio Veneto 2, angolo Piazza Oberdan, Milano

SINOSSI FILM

Donauspital di Nikolaus Geyrhalter, Austria, 2012, 75′
Lingua originale, sottotitoli italiano
Sezione proiezioni speciali al Trento Film Festival
Donauspital, filmato in uno dei più grandi ospedali d’Europa, mostra la routine e i processi di lavoro quotidiani in un istituto potente e complesso. Attraverso la raffigurazione della moderna struttura sanitaria viennese, il film mette la nostra società allo specchio per mostrare come affronti la salute e la malattia, la vita e la morte. Il ritratto di un’istituzione in cui le relazioni tra i processi che sono invisibili a pazienti e ai visitatori sono mostrati in tutti i loro dettagli.

Abendland di Nikolaus Geyrhalter, Austria, 2011, 90′
Lingua originale, sottotitoli italiano
Sezione proiezioni speciali al Trento Film Festival
Un film-poesia che ritrae un continente di notte, una cultura su cui il sole sta tramontando, anche se al contempo è iper vigile. Una “Abendland” che, spesso in maniera un po’ auto-ossessiva, si considera il punto più alto della civiltà umana, mentre la sua economia dei servizi sta subendo una rapida crescita estremamente pragmatica. Il lavoro notturno giustapposto a inconsapevoli digressioni serali, nascita e morte, domande che attendono risposte nella semi-oscurità, una babele di lingue.

Allentsteig di Nikolaus Geyrhalter, Austria, 2010, 79′
Lingua originale, sottotitoli italiano
Sezione proiezioni speciali al Trento Film Festival
La convinzione che non si trovino più zone inesplorate sulla cartina dell’Austria è errata: nel 1938 l’esercito tedesco stabilisce uno dei più grandi campi di addestramento militare in Europa, nel nord della Bassa Austria. L’accesso agli oltre 160 chilometri quadrati che la zona ricopre è ancora limitato. Geyrhalter si avvicina a questo territorio, letteralmente occupato, da una molteplicità di nuove direzioni: la coreografia delle esercitazioni quotidiane, le persone che vivono ai margini di quest’area, e coloro che ne sono stati sfrattati molti anni fa.

7915 Km di Nikolaus Geyrhalter, Austria, 2008, 106′
Lingua originale, sottotitoli italiano
Sezione proiezioni speciali al Trento Film Festival
Il film segue il Dakar Rally del 2007 attraverso Marocco, Repubblica Saharawi, Mauritania, Mali e Senegal, incontrando lungo il percorso la varietà dell’Africa contemporanea, dimostrando la distanza tra questi due mondi, risultato di condizioni politiche ed economiche, e le idee e i pregiudizi sia europei che africani. Tenendo ben presente questa dura realtà, rende omaggio ad un’umanità e lentezza che mettono in discussione pregiudizi radicati e il ruolo degli europei in tanti problemi abitualmente considerati africani.
Il Trento Film Festival

Il Trento Film Festival è il primo e più antico festival internazionale di cinema dedicato alla montagna, all’esplorazione e all’avventura. Sessantadue anni fa, nel 1952, Il Club Alpino Italiano e il Comune di Trento sono stati i soci fondatori del Film Festival. Ad essi si è aggiunto nel 1998 il Comune di Bolzano.

La rassegna cinematografica propone una ricca selezione di film di fiction e documentari, di ogni genere e formato, che spaziano da temi e vicende più strettamente legati alla montagna e all’alpinismo, fino a quelli ambientali, sociali e storici, opere che hanno come costante e sfondo i paesaggi montani, esotici o estremi.

La rassegna è stata affiancata dal 1987 da“MontagnaLibri”, rassegna internazionale dell’editoria di montagna, punto di riferimento per il mercato editoriale del settore. A fare da cornice alla Rassegna cinematografica e a Montagnalibri, per l’intera durata della manifestazione, numerosi eventi e in particolare gli incontri alpinistici che hanno per protagonisti i più grandi nomi del mondo verticale di ieri e di oggi, serate di spettacolo e musica, proiezioni di film muti con accompagnamento musicale dal vivo, mostre di arte e fotografia, mostre storiche, tavole rotonde, incontri con gli autori, reading e divertissement notturni, spettacoli e proposte per ragazzi e famiglie al “Parco dei mestieri”.
Il Trento Film Festival, inoltre, con Trento FF 365 continua per tutto l’anno. Ogni anno vengono organizzate un centinaio di serate in forma di cinema in altrettante località italiane, dove sono proposte al pubblico alcune delle opere più interessanti scelte dal ricco archivio del Festival.

In definitiva un incubatore di visioni e riflessioni sulla montagna che getta uno sguardo a tutto tondo, attraverso il cinema, la letteratura e l’arte, sul mondo delle vette e dell’alpinismo e sulle culture che si sono sviluppate nelle terre alte del pianeta ben sintetizzati nel logo della Manifestazione: Trento Film Festival, montagna, società, cinema, letteratura.