CARPENEDOLO – Una spedizione per portare a casa la moglie separata, uomo arrestato

0

Una spedizione per riportare a casa la moglie disobbediente, ecco quello che hanno tentato di fare due uomini marocchini residenti a Carpnedolo.

CarpenedoloUna donna marocchina, dopo aver lasciato il marito residente a Carpenedolo, decide di trasferirsi al sud, per rifarsi una vita e dimenticare la storia passata. Il problema è che il marito e i parenti non accettano la separazione della donna per motivi religiosi. Ecco allora che decidono di organizzare una spedizione per rapirla e riportarla a vivere nel paesino della Bassa.

La donna ha 26 anni, e al sud aveva trovato lavoro come promoter commerciale, alcuni giorni fa i carabinieri di Pompei hanno arrestato il marito 32enne e il fratello 29enne, accusati di violenza privata, lesioni personali e tentato sequestro di persona.

 In particolare sono stati un maresciallo dei Carabinieri e un agente di Polizia che in giro per il centro commerciale hanno sentito la donna gridare mentre il marito e il fratello cercavano di trascinarla nel parcheggio per costringerla a salire in auto e riportarla a Carpenedolo, dove abitava con il marito. La donna è stata soccorsa e ai Carabinieri ha raccontato tutte le traversie legate alla separazione e alla netta opposizione della sua famiglia per motivi religiosi.