APRICA – "25° Giro Rosa", l'11 luglio tappa in Valtellina. Cambia la viabilità

0

Aggiornamento 9-7 ore 14 In occasione della tappa del giro in Valtellina per venerdì 11 luglio la Questura ha disposto la chiusura e la circolazione modificata su alcune strade. Ecco quali:

Ciclismo rosa– tratto Aprica SS39 – Tresenda innesto SS38 dello Stelvio (passaggio a livello): dalle ore 11,30, in entrambi i sensi di marcia;
– tratto Tresenda (passaggio a livello) innesto SS38 con SP.21 (mt. 200): chiusura totale alle ore 12,10, fino al passaggio del motociclista della Polizia Stradale con bandierina rossa;
– tratto SP21 inizio salita – località Castelvetro – Cà Branchi – Mangione: dalle ore 12,10, in entrambi i sensi di marcia;
– tratto Ponte in Valtellina – Tresivio, SP21 Panoramica dei Castelli, direzione Sondrio: dalle ore 12,30, in entrambi i sensi di marcia;
– tratto Sondrio città – via V° Alpini, via IV Novembre, via Fiume (sottopasso FFSS), via Tonale, via Vanoni, prosegue direzione Albosaggia SP16: dalle ore 12,45, in entrambi i sensi di marcia;
– tratto Albosaggia – Caiolo – Fusine – Forcola (SP16) innesto SS 38 dello Stelvio: dalle ore 12,45, in entrambi i sensi di marcia;
– tratto SS38 dello Stelvio località Tartano – disinnesto SS38 Talamona via Adda: chiusura totale alle ore 13,15, fino al passaggio del motociclista della Polizia Stradale con bandierina rossa;
– tratto Talamona disinnesto SS38 dello Stelvio – località Campovico – Traona – Mantello – Dubino innesto SS36: dalle ore 13,10 in entrambi i sensi di marcia;
– tratto Dubino innesto SS 36 – Novate Mezzola – Samolaco – Prata Camportaccio – Chiavenna: dalle ore 13,30, nel senso contrario alla corsa e dalle ore 13,45, in entrambi i sensi di marcia.

(4-7 ore 18,14) Oggi, venerdì 4 luglio, prende il via il 25° “Giro Rosa”. Scatta da Caserta la più grande corsa a tappe del ciclismo femminile che quest’anno si concluderà il 13 luglio alla Madonna del Ghisallo. In programma dieci tappe dalla Campania alla Lombardia per un totale di 953 km.

A inaugurare la 25a edizione sarà un breve prologo serale che avrà come scenario la Reggia di Caserta. Sempre sulle strade campane anche la 2a tappa, un circuito molto nervoso con partenza e arrivo a Santa Maria a Vico (CE). La 3a frazione, a Frattamaggiore, sarà la prima vera giornata adatta alle ruote veloci. Il giorno successivo il via verrà dato nuovamente nella città della celebre Reggia borbonica. L’arrivo invece sarà nel Lazio, a San Donato Val Comino, a due passi da Frosinone.

Si salirà poi lo Stivale e si attraverseranno le Marche con la tappa da Jesi a Cesenatico, pensata per onorare il “pirata” Marco Pantani, a dieci anni dalla sua scomparsa. Giovedì 10 luglio, in Veneto, fari puntati sulle scalatrici, da Gaiarine a San Fior. La sesta tappa si snoda interamente lungo le strade della provincia di Treviso e presenta 3 GPM. Il giorno successivo la carovana si trasferirà in Valtellina, da Aprica a Chiavenna, lungo le strade del versante popolato dai vigneti, ma anche in parte su quelle del lato orobico. Attesa Elisa Longo Borghini nella giornata numero nove di gara. Si inizia da Verbania e si sale fino a San Domenico di Varzo. Gran finale in Lombardia, come dodici mesi fa. La Madonna del Ghisallo, infatti, incoronerà la vincitrice del “Giro Rosa” edizione 2014.