NAVE e COLLEBEATO – Workcamp tra italiani e stranieri ancora con la coop “La Vela”

0

Torna anche quest’anno, per la seconda edizione, il “Workcamp” promosso dalla cooperativa sociale “La Vela” di Nave in collaborazione con la cooperativa “Cantiere Giovani” di Napoli per un progetto internazionale di campi di volontariato finanziato dalla “Fondazione con il Sud”. La cooperativa di Nave è l’unica nel nord Italia ad essere coinvolta dal progetto che punta a far partecipare giovani italiani ed esteri in vari campi di lavoro. La scorsa edizione si era svolta tra Palazzolo e Nave, mentre quest’anno, per due settimane già iniziate il 30 giugno scorso, sono interessate dall’iniziativa Nave e Collebeato. L’iniziativa fa parte del progetto “Se Mentis” approvato anche da Nave, Caino, Concesio, Bovezzo, Collebeato e Villa Carcina e quest’anno ha un significato in più a un anno di distanza dall’Expo 2015 di Milano.

WorkcampLa Commissione Europea ha elaborato alcune strategie orientate a sostenere la mobilità dei giovani e promuoverne la cittadinanza attiva. Un workcamp – si legge nella brochure del progetto – è un campo lavoro di volontariato internazionale, un’esperienza di breve durata realizzabile in Europa e nel mondo rivolta a giovani maggiorenni intenzionati a contribuire all’attività di un’associazione o una realtà locale e a vivere un’esperienza di condivisione con coetanei di vari Paesi e culture. La cooperativa “La Vela” ha ottenuto l’accreditamento per la realizzazione di workcamp e consolidato la partnership con diverse realtà italiane promotrici di tali esperienze. Attualmente è l’unica realtà promotrice di workcamp nel nord Italia. La realizzazione comporta il coinvolgimento dell’intera comunità, la messa in rete di gruppi e associazioni locali nella programmazione e realizzazione delle attività.

Dal 30 giugno, come detto, giovani in arrivo da tutta Europa (Spagna, Turchi, Russia, Grecia e Albania) saranno presenti a Nave alla Mitria e a Villa Zanardelli e Collebeato, per un progetto di volontariato comune, ambientale e culturale per valorizzare il territorio. Collaborano al progetto le associazioni “Amici della Mitria”, associazione “Gruppo Amici Villa Zanardelli” e la Sagra del Marrone. La seconda settimana che parte domani, lunedì 7 luglio, i partecipanti si troveranno alle 8 alla Casì del Feo di Collebeato per lavori di manutenzione agli scuri e dalle 14 alle 18 per la verniciatura delle recinzioni, mentre la sera si troveranno nella sede della cooperativa “Calabrone” insieme alla popolazione locale. Martedì 8 luglio sarà il turno nel parco Primo Maggio dalle 8 alle 12 e dalle 14 alle 18 per la manutenzione delle aiuole e la serata l’uscita con i gruppi giovani del paese.

Mercoledì 9 ancora al parco Primo Maggio dalle 8 alle 12 per estirpare le piante infestanti e dalle 14 alle 18 la potatura delle siepi e infine una biciclettata con serata conviviale al parco Castelli di Brescia. Giovedì 10 ci sarà una giornata libera e venerdì 11 luglio si riprende di nuovo al parco Primo Maggio con la pulizia dei percorsi dalle 8 alle 12 e la pulizia degli arredi e area feste dalle 14 alle 18. La sera ci sarà una cena interculturale di ringraziamento con gli amministratori delle realtà coinvolte e autorità politiche dei paesi ospitanti. Sabato 12 luglio si torna al parco Primo Maggio dalle 8 alle 12 per la manutenzione degli arredi e dalle 14 alle 18 la visita al centro storico di Brescia con la serata di tempo libero in città prima di chiudere il workcamp domenica 13 luglio.