VALCAMONICA – Passi nella neve fra teatro, racconti e voci ricordando l’Adamello

0

Ad un passo. Ne abbiamo fatta di strada insieme dal 2006. E tra poco più di un anno, saranno cento quelli passati dalla prima battaglia combattuta in Adamello. Siamo ad un passo. Lontani un secolo dal 1915 ma vicini a quei volti di soldati e di civili che oggi si mostrano al disgelo della storia. L’Adamello non racconta, ma ha il coraggio di ricordare e di trattenere il ricordo nel tempo, stratificandolo nel ghiaccio.

???????????????????????????????E ora lo libera, con la nostra presenza a fianco di chi, in pagine segrete di diari antichi, di lettere e di musiche, ci racconta le fatiche militari e civili della guerra, i pensieri stravolti dal ritmo capovolto della vita, accompagnando tra roccia, neve e cielo i nostri passi dentro alle orme di passi trascorsi. Che raccontano piccole storie nella grande storia; piccole guerre nella Grande Guerra, affrontate da uomini e donne che avrebbero certamente gradito vivere in pace, senza conoscere il
morso del rimpianto per la casa o per gli affetti lasciati per il fronte. Che avrebbero voluto conservare e restituire altre memorie.

La novità di quest’anno è che Passi nella neve non compirà questo cammino da solo, lo farà fino al 2018 con altri compagni di viaggio riuniti in un grande progetto, ADAMELLO GUERRA E MEMORIA, che cercherà di recuperare alcuni siti ancora poco valorizzati, ne curerà la loro manutenzione, li riunirà in un circuito, organizzerà momenti di approfondimento e riflessione storica e promuoverà iniziative di coinvolgimento comunitario. Siamo ad un passo. Ma cammineremo ancora per molto.

Aurelia Sandrini, Sindaco di Ponte di Legno

Roberto Menici, Sindaco di Temù