BADIA – Caccia al tesoro high tech a Moviment

0

Tutti pronti per la caccia al tesoro: non servono mappe, basta un moderno Gps per trovarsi nel cuore di un’esperienza avvincente. Il geocaching è molto più che uno sport, è un modo per vivere la natura, privilegiando la curiosità e l’esplorazione. Movimënt, oasi verde dell’Alta Badia, dedicata allo sport e al wellness, apre le porte a questa nuova esperienza outdoor, allestendo un percorso adatto a tutti, e in particolare alle famiglie. Il geocaching è l’ideale per i giovani, essendo un modo meraviglioso per conoscere meglio un territorio, osservandolo da una prospettiva insolita, ed è un ottimo strumento per allenare il senso dell’orientamento. Lo scopo è infatti quello di condurre i geocacher alla scoperta di angoli che altrimenti forse sfuggirebbero alla loro attenzione.

Redirect.aspxUna volta raggiunto, con gli impianti di risaluta, l’altopiano totalmente car free che si apre davanti al Monte Sella, tra i paesi di Corvara, La Villa e San Cassiano, basta noleggiare uno dei Gps di ultima generazione a disposizione del pubblico per dare il via all’avventura. Trovando la soluzione del primo dei giochi proposti, si ottengono le coordinate iniziali, da inserire nel Gps: un indizio importante per raggiungere la cache seguente, dove nuovi quesiti daranno accesso all’obiettivo successivo. Di tappa in tappa, i partecipanti dovranno risolvere i simpatici rompicapo posti lungo la strada, orientandosi nella natura e andando alla ricerca delle postazioni. Come dei novelli Indiana Jones, tra indizi misteriosi, supposizioni ed esplorazioni, scopriranno un nuovo modo per divertirsi nel verde. L’esperienza dura da un’ora e mezza a due ore, ed è stata appositamente studiata per coinvolgere tutti, adulti e bambini, aiutandoli a cooperare tra loro per raggiungere la méta. L’itinerario va dal Piz Sorega al Piz La Ila, ed è percorribile nei due sensi di marcia.

Movimënt ha quindi intercettato un’attività in piena espansione, che vede migliaia di appassionati in tutta Italia, e milioni in tutto il mondo, a sfidarsi a colpi di “cache”, i tesori nascosti, da nascondere o da trovare. Una community fortemente ancorata ad internet, dove carica le coordinate dei vari nascondigli. In questo caso i “tesori” sono piccoli contenitori con gadget e sorprese. Alcune cache sono state nascoste anche a Movimënt, a Boé e al Col Alto. Ad accomunare i giocatori è l’amore per la natura, da vivere in modo avventuroso e fuori dagli schemi. Per vivere appieno questa dimensione wild e selvaggia si può scegliere, per pernottare, uno dei camping dislocati attorno a Movimënt. Il Campeggio Colfosco Corvara, a cavallo tra i due omonimi paesi, e il Campeggio Sass Dlacia, a San Cassiano, immersi nella natura, hanno molte piazzole attrezzate per camper e roulotte, prati per tende e bungalow. I mezzi su ruote possono fermarsi anche al Campeggio Parking Odlina, a La Villa, un’area che offre numerosi posti attrezzati con parcheggio illuminato e vari comodi servizi, come corrente e carico e scarico delle acque.