PUSIANO (CO) – I ragazzi della comunità “Kayròs” in canoa, ospite l’ex campione Antonio Rossi

0

“Una giornata speciale di sport per ragazzi che, così, compiono un passo ulteriore verso il pieno reinserimento nella società”. L’ha detto l’assessore allo Sport e Politiche per i giovani della Regione Lombardia Antonio Rossi stamattina a Pusiano, in provincia di Como. L’occasione è stata la mattinata in canoa per i ragazzi della comunità “Kayròs” di Vimodrone, guidata da don Claudio Burgio, che ospita giovani che stanno seguendo percorsi di riabilitazione dopo essere usciti dal carcere minorile “Beccaria” di Milano o che sono stati affidati ai servizi sociali.

Assre Rossi canoaAd aiutare l’assessore Rossi era presente Veronica Yoko Plebani, che ha partecipato, nello snowboard, alle recenti paralimpiadi di Sochi e si sta allenando per quelle di Rio con base al sito federale del Centro Kayak Canoa di Pusiano. “Lo sport – ha detto l’assessore Rossi – conferma in questa occasione il suo alto valore di promozione dei valori e della persona. Praticare una disciplina sportiva – ha aggiunto l’assessore – aiuta a crescere e a farlo in modo sano, recuperando quei valori persi, per cui le persone possono sbagliare e finire in strutture detentive o in comunità.

Quando questi ragazzi – ha continuato – mi avevano spiegato, nella loro comunità, quanto sentissero la mancanza della pratica sportiva e quanto fossero rimasti colpiti dal filmato sulle mie vittorie olimpiche, ho subito messo in moto la macchina organizzativa. La giornata a Pusiano sul lago e il successivo appuntamento al Centro sportivo Snef Lambrone di Erba – ha aggiunto – rappresentano la concretizzazione di una promessa fatta da me a questi giovani e la conferma che la Regione Lombardia promuove lo sport autenticamente per tutti.

Vedere la gioia sul volto di questi ragazzi – ha continuato l’assessore – equivale alla vittoria olimpica e mi ha reso autenticamente felice. A loro ho trasmesso i segreti della canoa e spiegato come muoversi al meglio per ottimizzare il gesto tecnico in acqua. La Regione Lombardia – ha concluso – conferma, con questa iniziativa, la sua volontà di puntare con determinazione anche sullo sport, senza trascurare nessuno, per promuovere i valori e gli stili di vita sani e ripeteremo giornate come questa”.