PARIGI – Scarlett Johansson e “la premiere chose qu’on regarde”: sarà risarcita dallo scrittore francese

0

Una protagonista troppo, troppo somigliante a Scarlett Johansson, tanto da esserne influenzata nella vita quotidiana: è questa la trama del romanzo del francese Grégoire Delacourt. Che si è visto costretto a ripagare 2500 euro all’attrice. “Appropriazione indebita d’immagine”, il verdetto.

Johansson_delacourtLa Johansson, in questi giorni tra le pagine di cronaca rosa per la sua prima gravidanza (e per il compagno, ironia della sorte, francese), aveva citato il romanziere Delacourt e la casa editrice JC Lattes per aver utilizzato la sua persona (e forse quella dell’ex-marito Ryan Reynolds, stando alla descrizione molto somigliante di uno dei personaggi) nel suo romanzo, La premiere chose qu’on regarde (trad. La prima cosa che si guarda), senza autorizzazione. E, soprattutto, per aver messo nero su bianco informazioni e dettagli della sua vita privata lontani dal vero.

Lei aveva chiesto 60.000 euro di risarcimento, ma il tribunale ha ingiunto allo scrittore e alla casa editrice di pagarne “solo” 2500, anche a fronte del numero di copie vendute, abbastanza limitato (circa 100.000), e del fatto che l’attrice, spesso, ha parlato in pubblico della sua vita privata.