LONATO – Presto un dottor Dolittle per aiutare gli animali sul lago di Garda

0

Animali di tutte le taglie rallegratevi: entro fine Luglio arriverà il Garante per il benessere degli animali. La nuova figura, istituita nella seduta di Giunta dello scorso 1° luglio, si metterà gratuitamente al servizio dei cittadini lonatesi offrendo sostegno o attività di controllo per le questioni che riguardano gli animali, il loro benessere e la loro gestione.

Ildottordolittle

 

Il Garante, esclusivamente nell’ambito territoriale comunale, si occuperà di ricevere le segnalazioni ed i reclami di chiunque venga a conoscenza di atti o comportamenti lesivi dei diritti degli animali; segnalare alle autorità competenti fatti o comportamenti relativi agli animali configurabili come reati; curare la diffusione e la conoscenza delle norme regionali, statali, comunitarie ed internazionali, che regolano la materia della tutela dei diritti degli animali; segnalare alla Giunta ed al Consiglio comunale l’opportunità di assumere provvedimenti normativi richiesti dall’osservazione e dalla valutazione delle reali condizioni degli animali, anche alla luce dell’adeguamento alle norme regionali, statali o dell’Unione Europea.

«Il garante per il benessere degli animali è una figura che abbiamo voluto istituire come ulteriore servizio per i cittadini che hanno animali in casa e che hanno bisogno di un consulto, ma anche per una migliore gestione degli animali sul territorio comunale – spiega l’assessore all’Ecologia Nicola Bianchi –. L’esperto sarà disponibile presso l’Ufficio Ecologia, in giorni e orari che saranno comunicati a breve, e si occuperà rispondere a eventuali quesiti del pubblico, di raccogliere eventuali segnalazioni, organizzare corsi di educazione civica per i proprietari che desiderano saperne di più sulla cura e la gestione degli animali (cani e gatti, in primis), un corso di primo soccorso per animali non solo domestici e altre attività che faranno riferimento a questo sportello comunale».

Nello svolgimento dei compiti previsti, il Garante potrà intrattenere rapporti di scambio e di ricerca con organismi regionali, statali, europei ed internazionali operanti nell’ambito della tutela e della salvaguardia dei diritti degli animali. Per lo svolgimento dei compiti previsti si avvarrà prioritariamente della collaborazione del Servizio Ecologia e Ambiente, nonché degli altri Uffici comunali competenti.