MILANO – Expo, 14 milioni (7 mln dal Pirellone) per sviluppare turismo e commercio

0

“Turismo e commercio insieme per attrarre visitatori e far crescere l’economia lombarda cogliendo l’occasione di Expo, per il quale si stima l’arrivo di 20 milioni di persone. L’esposizione è un evento importante non solo per Milano, ma per tutta la nostra regione, quindi, per poter essere davvero attrattivi, occorre mettere in campo proposte di alta qualità e di grandi dimensioni. La misura oggi approvata, che stanzia 7 milioni di euro per interventi di valorizzazione e incremento dell’attrattività anche delle aree meno prossime al sito espositivo, va in questa direzione”. L’assessore al Commercio, Turismo e Terziario della Regione Lombardia Mauro Parolini ha commentato così la delibera approvata questo pomeriggio dalla giunta Maroni.

Expo 2015Con il provvedimento si fanno confluire 7 milioni di euro al “Fondo per la realizzazione di iniziative per l’attrattività territoriale, turistica e commerciale della Lombardia” (istituito alla Finlombarda Spa) che si aggiungono ai 4 milioni stanziati, lo scorso mese di aprile, per i Comuni capoluogo di provincia. “A questa nuova linea d’intervento – ha spiegato Parolini – che ha la finalità di favorire un maggiore livello di aggregazione sul territorio, potranno partecipare le reti di Comuni lombardi che dovranno presentare un programma di intervento in aggregazione anche con i Distretti del Commercio o con i Sistemi Turistici, di cui capofila sarà un Comune, una Comunità montana o l’Unione di Comuni. Non potranno rientrare nel programma d’intervento – ha aggiunto – i Comuni capoluogo di provincia per i quali abbiamo attivato un’altra azione lo scorso mese di aprile, mettendo a disposizione 4 milioni di euro”.

I Comuni dovranno complessivamente mettere a disposizione almeno altri 7 milioni di euro, portando il finanziamento complessivo a 14 milioni. La Regione – ha sottolineato – concorre al cofinanziamento di ogni programma d’intervento con un contributo a fondo perduto per un importo massimo pari al 50% e con un limite massimo di 360 mila euro. I Comuni beneficiari dovranno garantire risorse di natura corrente per almeno il 40% del cofinanziamento per interventi di promozione e animazione turistico commerciale e realizzare misure di incentivazione delle imprese del commercio e del turismo, emanate dai Comuni aggregati nel Distretto dell’attrattività, che dovrà consistere in contributi a fondo perduto nella misura del 50% degli investimenti”. Particolare attenzione sarà rivolta ai progetti che promuoveranno: sviluppo e valorizzazione dell’offerta turistica anche nell’ambito dei sistemi turistici e promozione di itinerari turistici basati sulla riscoperta, valorizzazione e promozione di eccellenze architettoniche, commerciali (shopping), enogastronomiche e storiche.

L’innovazione dei sistemi di offerta commerciale e turistica (interventi per la multicanalità, il commercio elettronico), poi iniziative di contrasto alla contraffazione e all’abusivismo commerciale, l’estensione e promozione dell’offerta commerciale rappresentata dalle rete dei Distretti del commercio e dagli esercizi di storica attività, sostegno a interventi formativi per gli imprenditori, il personale dipendente e il personale coadiuvante (ossia familiari del titolare o del socio lavoratore che lavorino abitualmente e prevalentemente nell’ impresa) delle imprese turistiche e commerciali per il miglioramento delle competenze manageriali, linguistiche e organizzazione del punto vendita. Servizi di accoglienza dei visitatori, il commercio e il turismo accessibili, i lavori e le opere di pubblica utilità per la riqualificazione e il miglioramento dei centri urbani, la riqualificazione dei mercati e delle aree mercatali anche per realizzare mercati di pregio per Expo 2015. Ulteriori informazioni e modalità per partecipare saranno illustrate nel bando di attuazione dell’intervento che sarà pubblicato nei prossimi giorni.