MARCHENO – Un furto alla “Soliti ignoti” al bar Lucignolo. Via i soldi dalle slot

0

Un altro furto in Valtrompia, ancora di notte, in un bar e di nuovo ai danni delle slot machine. Stavolta a finire nel mirino dei ladri tra domenica e ieri è stato lo storico bar Lucignolo di Marcheno, lungo la strada provinciale che porta verso l’alta valle. E la dinamica sembra essere stata ispirata da un capolavoro della cinematografia italiana come “I soliti ignoti” del 1958 di Mario Monicelli. A interpretare nella realtà quanto avevano fatto in pellicola Vittorio Gassman, Renato Salvatori, Marcello Mastroianni e Totò è stato un gruppo non ancora identificato che avrebbe studiato il colpo da tempo.

Il bar derubato e accanto la vecchia tabaccheria
Il bar derubato e accanto la vecchia tabaccheria

Il furto, infatti, è avvenuto senza che qualcuno se ne fosse accorto, visto che sulla strada, deserta e tranquilla a quell’ora della notte, non c’era nessuno e nemmeno sospetti su qualcosa che sarebbe potuto accadere di lì in avanti. I malviventi sono entrati dall’ingresso fatiscente e che avrebbero forzato pochi giorni prima, nella vecchia tabaccheria, abbandonata da anni e comunicante proprio con il bar attraverso una parete di pietra.

Con fare certosino e senza destare sospetti, avrebbero impiegato alcuni giorni alle prese con scalpello e martello per creare un buco nella parete. Sul posto, invece, non c’è la corrente elettrica ed era necessario agire in silenzio. E domenica notte è stato il momento decisivo quando sono riusciti ad aprire completamente il varco, spostare un pannello di legno che separava il bar dalla tabaccheria in disuso e quindi entrare nei locali del Lucignolo. Qui i ladri hanno forzato le macchinette di slot machine per impossessarsi delle monete e poi fuggire, mentre la cassa è rimasta intatta. I danni non sono stati quantificati, mentre le indagini sono al vaglio dei carabinieri di Gardone Valtrompia allertati dalla titolare che ieri mattina, al momento di aprire il negozio, si era resa conto di quanto successo. Il negozio è rimasto comunque aperto come sempre ai clienti.

A disposizione dei militari ci sono anche le immagini dell’impianto di video sorveglianza sulla zona per capire chi sia stato a compiere un furto così elaborato e da “cinema”. Per il bar Lucignolo non è la prima volta che capita di essere “visitato” dai ladri, l’ultima era successo due anni fa. Ma in Valtrompia è ormai psicosi da ladri di slot machine, dopo che poco più di due settimane fa a Pezzaze il bar “La Torre” in piazza Mondaro si era visto portare via 10 mila euro dalle macchinette.