BRESCIA – Festa della musica, boom di presenze

0

I numeri della Festa della Musica che ha travolto Brescia sabato 21 giugno non lasciano spazio a dubbi. Un successo, un’onda di entusiasmo che ha coinvolto la città sin dalle prime ore del mattino non soltanto nelle 43 postazioni allestite, ma anche in luoghi non convenzionali grazie alla partecipazione spontanea di chi, strumento alla mano, ha deciso all’ultimo momento di dare il suo contributo.

brescia-festa-musica-6Un’esplosione di suoni che ha raggiunto l’apice in serata e che ha trovato eco sui social network. Le foto dell’evento, postate in tempo reale sulla pagina Facebook ufficiale del Comune di Brescia, hanno avuto quasi 30mila visualizzazioni, oltre 200 “like” e altrettante condivisioni.

Ognuno ha potuto esibirsi al meglio grazie alle risorse tecniche messe a disposizione, i gruppi ormai affermati così come le band esordienti, che difficilmente possono contare su apparecchiature sofisticate. Brescia si è così rivelata una fucina di talenti: tanti giovani hanno potuto mettersi alla prova e mostrare le proprie qualità.

Blues, rock, classica, pop, folk. Un’offerta di generi vastissima che ha moltiplicato la voglia di fare e ascoltare musica, contagiando tutti: dai ragazzi punk “rapiti” davanti a un’orchestra d’archi in piazza Bruno Boni alla coppia di settantenni coinvolta dai ritmi di un DJ set in piazza del Vescovado in tarda serata. Palpabile, nell’atmosfera della giornata, la sensazione che ogni esibizione fosse come la tessera di un grande mosaico, da realizzare insieme.
La Festa della Musica più grande d’Italia, nella sua prima edizione, ha superato le aspettative e ha permesso a Brescia di mostrare un nuovo volto.