BRESCIA – M5S: garantire la tutela del cittadino sulle strade bresciane!

0

Superano di gran lunga il numero di 2500, gli incidenti che ogni anno si verificano sulle strade della Provincia di Brescia. Per tutelare la salute dei cittadini e portare sicurezza sulle strade, il Governo cosa fa? Taglia. Presto due presidi della Polizia stradale della provincia, Salò ed Iseo, potrebbero sparire contestualmente è a rischio di declassamento del settore di Polizia di frontiera a Montichiari.

beppe-grillo-proprietario-MoVimento-5-Stelle-2Bisogna vederci chiaro. I deputati bresciani eletti con il “Movimento 5 stelle” Claudio Cominardi, Ferdinando Dino Alberti, Tatiana Basilio e Giorgio Girgis Sorial hanno posto, con un’ interrogazione a risposta scritta, alcune domande al ministro dell’Interno Angelino Alfano. “Vorremmo sapere quanto questa riorganizzazione potrebbe pesare in termini di sicurezza sociale e vite umane e se per caso si sta valutando con quali forze e strumenti verrà garantito il controllo del territorio e la sicurezza dei cittadini in quei luoghi nei quali verranno soppressi i presidi”.

Si continua a tagliare sui servizi ai cittadini, dunque.

Negli anni fra il 2009 e il 2013 i soli presidi di Iseo e Salò hanno rilevato più di 2mila incidenti, effettuato oltre 400 sequestri, effettuato accertamenti su più di 300mila persone.

E’ stato lo stesso vice capo vicario della polizia Alessandro Marangoni a dichiarare, a marzo 2014, che il Ministero dell’interno intende perseguire un progetto che prevede la chiusura in tutta Italia di 261 presidi territoriali di polizia in tutto il Paese, mettendo in allarme numerose sigle sindacali. Tutto questo, a quanto pare, in attuazione del piano nazionale per la spending review previsto dal commissario Carlo Cottarelli.