ISEO – Olio del Sebino, assemblea Aipol: necessario abbassare i prezzi

0

Durante l’assemblea Aipol, l’associazione di produttori olivicoli lombardi che riunisce tutti i produttori della provincia di Brescia e dei laghi d’Iseo e di Garda è emerso che l’olio del Sebino è troppo caro.
Il direttore dell’Aipol, Simone Frusca, ha dichiarato che nelle località lacustri, i costi di produzione dell’olio sono molto alti, per abbassare il prezzo finale è quindi necessario trovare il modo di limitare i costi della produzione.
I costi di produzione sono molto alti perché le operazioni da svolgere per ottenere un olio di qualità sono molte, alle potature alla cura dell’uliveto, l’irrigazione e molto altro.
Per diminuirli, Frusca ha proposto di optare per la meccanizzazione, ovvero l’utilizzo di macchinari, come scuotitori, il che dimezzerebbe i costi.ulivi
Ha aggiunto poi: “Si deve far capire all’acquirente quali sono e come incidano i costi di produzione…le spese legate alla normativa della Dop, perché se si vuole ottenere la certificazione bisogna calcolare circa cento euro in più”.
Il prezzo è il maggior problema nella scelta del prodotto Dop, Laghi Lombardi sottozona Sebino.
Prosegue poi Frusca: “L’ovicoltore che vuole vendere il proprio olio nel modo più corretto deve cercare di abbassare i costi di produzione, per poi non rischiare di doverlo svendere. Purtroppo esiste una concorrenza spietata in questo settore”.