BRESCIA – Confartigianato, il 2013 della Cooperativa Artigiana di Garanzia è utile

0

Nonostante l’ennesimo anno difficile per l’economia bresciana, la Cooperativa Artigiana di Garanzia della Confartigianato di Brescia ha continuato a facilitare l’accesso al credito per le piccole e medie imprese provinciali, chiudendo in utile il bilancio 2013. È questo quanto emerso dall’assemblea tenuta nei giorni scorsi. Per l’occasione, il presidente della Cooperativa Pietro Torchio ha ricordato il ruolo che da oltre 50 anni svolge il braccio operativo della Confartigianato di Brescia. “Da sempre il nostro unico obiettivo – ha ribadito il presidente – è dare le migliori soluzioni alle aziende artigiane, mettendo davanti il servizio alle imprese, prima di ogni logica commerciale”.

Conf BsEd i numeri della Cooperativa Artigiana di Garanzia dicono che, nell’ultimo quadriennio, sono state gestite una media di 800 pratiche l’anno a condizioni bancarie sostanzialmente simili ma di un terzo inferiori alla media dei costi dei confidi lombardi. “Dal 2000 – ha concluso Torchio – l’attivo patrimoniale della nostra Cooperativa è in costante crescita, risultato di un’attenta amministrazione e di scelte compiute nell’esclusivo interesse delle imprese bresciane”. I dati dell’operatività messi in archivio, come ha illustrato il direttore Franco Guarino, evidenziano un utile di 6.240 euro, dopo aver accantonato 530 mila euro alla riserva fondo rischi indisponibili. La consistenza delle riserve indisponibili, in rapporto alle garanzie rilasciate (total capital ratio) è pari al 17,52%: di gran lunga superiore al minimo (6%) suggerito da Banca d’Italia.

Oltre 750 le pratiche esaminate per un importo di 31 milioni. Le moratorie e gli allungamenti per un capitale rinegoziato di oltre 5 milioni di euro sono state 157. La stragrande maggioranza dei finanziamenti erogati (il 68,3%) hanno riguardato richieste per liquidità, mentre il 31,7% è riconducibile a domande per nuovi investimenti. I soci della Cooperativa a fine 2013 sono risultati 16.289. Riconoscendo il difficile contesto nel quale ha operato la Cooperativa Artigiana di Garanzia, Eugenio Massetti presidente di Confartigianato, ha espresso la sua soddisfazione per l’importante lavoro svolto a favore delle imprese e per i risultati ottenuti. “La nostra presenza sul territorio e la vicinanza alle imprese continuano ad essere uno dei nostri punti di maggior forza. La nostra organizzazione – ha sottolineato – è sempre stata attenta nel condividere le difficoltà delle imprese, contribuendo a trovare le soluzioni migliori per uscire dalla crisi.

Crediamo che il credito sia un bene comune che deve essere gestito assieme, banche e imprese e per questo, oggi, gli imprenditori che non hanno perso la voglia di investire nella propria azienda e di reagire alla crisi, chiedono un atteggiamento altrettanto coraggioso da parte degli istituti bancari”. Nel corso dell’assemblea è stata infine eletta nel consiglio di amministrazione della Cooperativa, in sostituzione del dimissionario Diego Scarsi, Flavia Caldera, già presidente provinciale e regionale del Gruppo donne di Confartigianato.