TRENTO – Cad Olympics. Il premio Arca va a tre studentesse del “Pozzo” di Trento

0

Hanno ridisegnato la propria scuola, ideando una sopraelevazione in legno luminosa, confortevole, efficiente dal punto di energetico e a prova di terremoto. Con un tocco, è il caso di dirlo, tutto femminile. Così Anna Bortolameotti, Martina Arndoldi e Jessica Casagranda, tre ragazze della 5/B dell’Istituto Tecnico Tecnologico “Andrea Pozzo” di Trento, si sono aggiudicate i 2.500 euro del primo premio nel concorso “Progetta una casa in legno per ARCA”. L’iniziativa ha chiuso l’edizione 2014 delle CAD Olympics, le olimpiadi per programmatori organizzate all’Istituto “Fontana” di Rovereto. Al secondo posto gli studenti molisani dell’Istituto “Fermi” di Isernia, a completare il podio una scuola di Lanciano, in provincia di Chieti. La cerimonia conclusiva si è tenuta oggi, sabato 31 maggio, presso il Polo Tecnologico di Trentino Sviluppo.

Cad-Olympics-2La premiazione, che ha fatto calare il sipario sull’edizione 2014 delle CAD Olympics, si è aperta con i saluti di Flavia Andreatta, dirigente scolastico ITET “Fontana”, e di Andrea Vinante, docente coordinatore del progetto.
Sara Ferrari, assessore all’Università e Ricerca, Politiche Giovanili, Pari Opportunità, Cooperazione allo Sviluppo della Provincia autonoma di Trento, ha sottolineato come “i progetti presentati oggi offrono un segnale importante perché, sempre di più, come in questo caso, devono instaurarsi legami forti fra il mondo della scuola, dell’università, della ricerca e delle aziende del territorio”.

Mauro Casotto, a capo della Direzione Sviluppo e Innovazione di Trentino Sviluppo e amministratore unico di ARCA Casa Legno, illustrando la realtà del legno trentino ha sottolineato come “la Provincia di Trento è coperta per più del 60% da foreste, sono attive numerose realtà imprenditoriali d’eccellenza che spaziano dal taglio del bosco, alla prima lavorazione, alla creazione di prodotti complessi quali la casa in legno. Un settore che può quindi rappresentare un’interessante opportunità lavorativa per le nuove leve”.

Sono inoltre intervenuti per il Comune di Rovereto l’assessore Giovanna Sirotti, per l’Ordine degli Ingegneri il consigliere Francesco Misdaris, per il Collegio Geometri Graziano Pezzini e Ursula Vivori.
Le CAD Olympics, competizione riservata agli studenti degli istituti tecnici per geometri, sono organizzate dall’Istituto Tecnico Economico e Tecnologico “Felice e Gregorio Fontana” di Rovereto e dall’Associazione per l’insegnamento del Cad, con la collaborazione del Dipartimento Istruzione della Provincia autonoma di Trento. Giunte alla tredicesima edizione, non hanno eguali nel panorama italiano. Tant’è che per la loro originalità, spessore tecnico e valenza formativa sono state inserite dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca nel “Programma nazionale di promozione delle eccellenze” per l’anno scolastico 2013/14.

A queste singolari olimpiadi partecipano un numero crescente di scuole: dai 6 istituti e 76 studenti, tutti trentini, della prima edizione targata 2001 si è infatti passati agli 80 istituti e 1.500 studenti in rappresentanza di 19 regioni italiane, ma anche di Slovenia e Croazia, dell’edizione di quest’anno.

Un’edizione “itinerante”, dove alla fase nazionale, svoltasi in Sardegna dall’8 al 10 aprile scorsi, è seguita la parte internazionale che si è tenuta a Novo Mesto, in Slovenia, l’8 e 9 maggio. Lo scorso sabato 31 maggio c’è stato l’epilogo della tredicesima edizione con la premiazione, presso il Polo Tecnologico di Rovereto, del concorso speciale “Progetta una casa in legno per ARCA” realizzato in collaborazione con ARCA Casa legno, la società di Trentino Sviluppo incaricata di promuovere il primo sistema italiano di certificazione degli edifici in legno di qualità.

La sfida, per tutti, era quella di progettare la sopraelevazione del proprio edificio scolastico mediante l’uso del legno, secondo i criteri di qualità, efficienza e sostenibilità ambientale previsti dal regolamento tecnico ARCA. I progetti sono stati valutati da una Giuria tecnica composta da Antonio Frattari, docente dell’Università di Trento, Michele Pellegrini, dell’Area immobiliare di Trentino Sviluppo, Matteo Mores, in rappresentanza di ARCA, Martino Miori, rappresentante dei produttori case in legno, Franco Cramerotti, rappresentante dell’Associazione Insegnamento del CAD e dal prof. Andrea Vinante in rappresentanza dell’Istituto Tecnico Fontana.
Ad aggiudicarsi il primo premio, un assegno di 2.500 euro, sono state le tre studentesse della classe 5/B dell’ITT “Andrea Pozzo” di Trento, coordinate dal prof. Luca Springhetti. Secondo classificato, e premio di 1.500 euro, l’Istituto tecnico “Fermi” di Isernia; terzo classificato (1.000 euro) l’Istituto “Fermi” di Lanciano, in provincia di Chieti. Completano il quintetto di finalisti gli istituti “Rapisardi” di Caltanissetta (4° posto, 800 euro) e “Solsky Center” di Novo Mesto, in Slovenia (5° classificato, 800 euro).