ROMA – Dl Irpef, detrarre spese mediche. Chiarisce l’Agenzia delle Entrate

0

L’Agenzia delle Entrate ha dato alcune nuove indicazioni a riguardo di come dovranno essere interpretate, sotto svariati profili, le norme contenute nel Dl Irpef. Uno tra i quesiti rivolti al Fisco, e che riguarda una circostanza tutto sommato abbastanza comune a molte famiglie italiane, riguarda le spese mediche per le prestazioni dell’osteopata: sono detraibili o no?

modello unico 2010 onlineLa risposta dell’Agenzia è no, per il semplice fatto che il ministero della Salute non lo annovera fra le figure sanitarie riconosciute. Risultano, invece, detraibili le spese per prestazioni di osteopatia, se rese da una delle figure professionali qualificate indicate nel decreto 917/186 (a titolo esemplificativo il fisioterapista, il podologo, ecc.).

Differente è, invece, la figura del biologo nutrizionista, il quale, ancora secondo quanto indicato dall’Agenzia, pur non essendo una figura professionale riconosciuta, a differenza del dietista, è comunque un soggetto inserito nel ruolo sanitario del Servizio Sanitario Nazionale (SSN) e può svolgere attività attinenti alla tutela della salute. Tale condizione, quindi, permette di rendere detraibili le spese sostenute per visite nutrizionali, con conseguente rilascio di diete alimentari personalizzate, anche in assenza di prescrizione medica, come già indicato per altre tipologie di spesa con la C.M. n. 19/E/2012.

Fonte: CGIA