LODRINO – Morte Roberta Rovetta, cordoglio dai colleghi di Valtrompia e città

1

Aggiornamento 3-6 h 10 Il giorno dopo la morte di Roberta Rovetta, l’insegnante di Matematica di 44 anni che domenica mattina era caduta dal balcone di via Bucaneve a Lodrino (dove andava spesso da Urago Mella sua residenza) mentre tagliava alcuni rami e portata in gravi condizioni all’ospedale Civile di Brescia dove ieri è deceduta, la comunità valtrumplina e quella di Urago Mella sono in lutto. Rovetta insegnava all’istituto “Giovanni Falcone” di Palazzolo, ma sono numerose le testimonianze arrivate a L’EcodelleValli.tv anche dai colleghi e dagli insegnanti che l’avevano vista al lavoro in Valtrompia. C’è chi la ricorda come giovane supplente di Matematica e fisica alla 4B nel 1996-97 al liceo Moretti di Gardone e il cordoglio da parte di chi ha lavorato all’Itis gardonese Beretta dove aveva insegnato due anni fa. I funerali della 44enne saranno celebrati domani, mercoledì 4 giugno, alle ore 15,30 nella Chiesa parrocchiale di Urago Mella.

(2-6 h 12,51) Non ce l’ha fatta Roberta Rovetta, l’insegnante di Matematica di 44 anni che ieri mattina, domenica 1 giugno, è caduta dalla scala poggiata nel balcone sulla quale era salita per tagliare alcuni rami di un abete fuori dalla sua casa valtrumplina tra via Bucaneve e via Nasego, dove era arrivata da Urago Mella, suo paese natale e dal quale nei prossimi giorni avrebbe spostato la residenza proprio nella pineta lodrinese.

La casa dove è caduta la donna - Fonte Bresciaoggi
La casa dove è caduta la donna – Fonte Bresciaoggi

Per l’occasione anche i genitori Mariella e Pinuccio erano venuti a farle visita, ma mentre la figlia era al lavoro sul balcone, avevano deciso di fare una passeggiata in Valle Duppo, poi allertati di quanto accaduto. La donna, soccorsa con l’elisoccorso e portata in gravi condizioni all’ospedale Civile di Brescia, stamattina è morta nel reparto di Rianimazione. Troppo gravi le sue condizioni nonostante un intervento chirurgico eseguito con urgenza sulla donna che nella caduta ha riportato un trauma cranico e fratture al bacino.

Il fatto era successo intorno alle 9 di ieri quando la signora, come detto, era intenta a potare alcuni rami di un albero per evitare che le protuberanze potessero rovinare il muro della casa. Per cause ancora da accertare e al vaglio dei carabinieri, la donna si sarebbe sporta troppo o uno dei rami avrebbe provocato la caduta: l’insegnante è caduta nel vuoto per sei metri picchiando la testa su un gradino.

Il primo ad accorgersi di quanto accaduto è stato un vicino di casa, richiamato dal rumore della rovinosa caduta. Sul posto è accorso l’elisoccorso che ha trasportato la signora, rimasta sempre incosciente, al principale ospedale cittadino. Dove poche ore fa ha smesso di vivere.

1 Commento

  1. Condoglianze alla famiglia della Professoressa Roberta Rovetta. La ricordo giovanissima professoressa di matematica e fisica, con il bavero della camicia alzato e tanta grinta. Eravamo al Liceo Moretti di Gardone VT dove fu chiamata a ricoprire una supplenza nel lontano anno scolastico 1996-1997 (nell’allora classe 4^ B in suppplenza della prof. Gringiani).

Comments are closed.