BRUXELLES – Crescita, Bce: 5 giugno Draghi presenterà piano straordinario

0

Il presidente della Bce, Mario Draghi, ancora una volta è intervenuto sulle difficoltà dell’attuale contesto economico, mettendo in guardia dai rischi legati alle dinamiche inflazionistiche, che sembrano essersi agganciate ad un trend negativo. Secondo Draghi, in particolare, il rialzo del tasso di cambio dell’euro “sta contribuendo alla bassa inflazione”, condizionando i prezzi all’importazione dei flussi commerciali su base internazionale. Il capo dell’Eurotower ha, inoltre, fatto presente che diversi Paesi della zona euro stanno procedendo a forme di svalutazione interna, al fine di recuperare competitività.

mario-draghiA fronte di queste considerazioni, Draghi ha svelato che l’istituto centrale europeo si sta accingendo varare un piano straordinario per scongiurare il persistere della crisi e sostenere la fragile ripresa. Come più volte ha accennato in passato, l’Eurotower è pronta ad applicare una serie di provvedimenti non convenzionali che saranno presentati il 5 giugno.

Sembra che il documento sia già pronto e che includa tutti i dettagli del caso. Restano da dirimere solo alcune questioni, quali quelle connaturate ai dati sull’inflazione, che usciranno i primi di giugno, e capire l’esito del dibattito che si svolgerà tra i banchieri delle banche centrali nazionali. Tra le misure contemplate, si prevede un ulteriore abbassamento dei tassi, che potrebbero scendere in territorio negativo, e un’ulteriore iniezione di liquidità alle banche, con il vincolo di destinare la nuova linfa al sostegno all’economia reale.

Fonte: CGIA