TRENTO – Anche il consiglio direttino incornicia il Trento Film Festival

0

Una seduta tutta dedicata ai bilanci più che positivi dell’edizione da poco terminata, quella di venerdì scorso per il Consiglio direttivo del Trento Film Festival. La direttrice Luana Bisesti ha presentato una dettagliata relazione con i numeri e gli obiettivi conseguiti dalla manifestazione. Ecco i dati dell’edizione 2014 che, includendo Trento, Bolzano e Milano, ha totalizzato oltre 70.000 presenze.

I biglietti staccati per le proiezioni cinematografiche al Multisala Modena e al Vittoria sono stati 14.000, il 27% in più dell’anno precedente; a questi vanno aggiunti gli spettatori delle proiezioni al MUSE (450), all’Ecosportello e alle due proiezioni di Bolzano, ed i 1.800 spettatori delle proiezioni a Milano in collaborazione con la Fondazione Cineteca Italiana.

105727114-3681f147-12fe-4f54-93fe-7f4dee8dcd8bL’aggiunta della sala del Cinema Vittoria ha dunque pienamente soddisfatto il pubblico che si è presentato sempre numeroso alle proiezioni pomeridiane e serali. Gli spettatori alle serate evento sono stati in totale 4.800, di cui 3.200 circa solo per le serate alpinistiche. In crescita anche i visitatori a Montagnalibri, che hanno superato i 25.000. Gli appuntamenti letterari a Palazzo Calepini, Roccabruna e al Salotto letterario presso il tendone di MontagnaLibri hanno registrato 4.200 presenze.  Altri convegni, incontri e inaugurazioni hanno registrato circa 4.500 partecipanti.  Il progetto giovani del Trento Film Festival, ovvero il programma per le scuole e le famiglie incentrato sul Parco dei mestieri, ha registrato circa 5.500 partecipanti.

Trend più che positivo, inoltre, per la frequentazione delle mostre:
– Lalla Ramazzotti Morassutti. Dolomiti (Palazzo Trentini): 2.780 visitatori
– I Sogni del Serpente piumato (Torre Mirana): 2.430 visitatori
– Centocinquanta: 1864 – 2014, la nascita dell’alpinismo in trentino (Casa della SAT): 1.500 visitatori
– Elephant Enigma (Spazio Archeologico del S.A.S.S.): 2.360 visitatori
– Raccontare con gli occhi. Il libro fotografico di montagna, avventura ed esplorazione (Refettorio Clesiano – Castello del Buonconsiglio): 1.430 visitatori
– Sentiero di Pace. 1914-2014. Viaggio lungo il fronte restituito alla natura (Foyer – Auditorium Santa. Chiara): 800 visitatori
– Spartiti delle montagne. Copertine di musica (Palazzo Roccabruna): 1.700 visitatori
– Legno: ieri, oggi, domani … sempre (Parco dei Mestieri): 5.500 visitatori

Un forte incremento registrato anche nei passaggi tv dedicati a livello nazionale alla rassegna e nella copertura dei media nazionali in generale (921 articoli e/o servizi dedicati, tra carta stampata, web, radio e tv).

In occasione di questa riunione del Consiglio direttivo il Presidente Roberto De Martin ha consegnato all’alpinista roveretano Sergio Martini, socio onorario del Trento Film Festival, la spilla appositamente realizzata da Mastro 7 proprio per i Soci Emeriti.

Il Trento Film Festival

Il Trento Film Festival è il primo e più antico festival internazionale di cinema dedicato alla montagna, all’esplorazione e all’avventura. Sessantadue anni fa, nel 1952, Il Club Alpino Italiano e il Comune di Trento sono stati i soci fondatori del Film Festival. Ad essi si è aggiunto nel 1998 il Comune di Bolzano.

La rassegna cinematografica propone una ricca selezione di film di fiction e documentari, di ogni genere e formato, che spaziano da temi e vicende più strettamente legati alla montagna e all’alpinismo, fino a quelli ambientali, sociali e storici, opere che hanno come costante e sfondo i paesaggi montani, esotici o estremi.

La rassegna è stata affiancata dal 1987 da “MontagnaLibri”, rassegna internazionale dell’editoria di montagna, punto di riferimento per il mercato editoriale del settore. A fare da cornice alla Rassegna cinematografica e a Montagnalibri, per l’intera durata della manifestazione, numerosi eventi e in particolare gli incontri alpinistici che hanno per protagonisti i più grandi nomi del mondo verticale di ieri e di oggi, serate di spettacolo e musica, proiezioni di film muti con accompagnamento musicale dal vivo, mostre di arte e fotografia, mostre storiche, tavole rotonde, incontri con gli autori, reading e divertissement notturni, spettacoli e proposte per ragazzi e famiglie al “Parco dei mestieri”.

Il Trento Film Festival, inoltre, con TFF 365 continua per tutto l’anno. Ogni anno vengono organizzate un centinaio di serate in forma di cinema in altrettante località italiane, dove sono proposte al pubblico alcune delle opere più interessanti scelte dal ricco archivio del Festival.

In definitiva un incubatore di visioni e riflessioni sulla montagna che getta uno sguardo a tutto tondo, attraverso il cinema, la letteratura e l’arte, sul mondo delle vette e dell’alpinismo e sulle culture che si sono sviluppate nelle terre alte del pianeta ben sintetizzati nel logo della Manifestazione: Trento Film Festival, montagna, società, cinema, letteratura.