PROVAGLIO D’ISEO – Piazza Loggia, una strage senza colpevoli. Le iniziative per il 40°

0

L’Assessorato alla Cultura è da sempre attento a promuovere iniziative volte a ricordare e approfondire fatti diversi della nostra storia civile. Conoscere la storia passata, gli eventi che hanno segnato il divenire della nostra nazione, è necessario per partecipare con piena consapevolezza alla vita sociale, per essere pienamente cittadini, per onorare chi durante questo lungo processo è caduto.

Sono passati quarant’anni dalla strage di Piazza Loggia, da quel 28 maggio 1974, in cui durante una manifestazione contro il terrorismo neofascista indetta dai sindacati e dal Comitato Antifascista, esplose una bomba nascosta in un cestino portarifiuti. Morirono otto persone: Giulietta Banzi Bazoli, Livia Bottardi Milani, Euplo Natali, Luigi Pinto, Bartolomeo Talenti, Alberto Trebeschi, Clementina Calzari Trebeschi, Vittorio Zambarda; ne furono ferite centodue. Sono passati quarant’anni e non è stato ancora individuato alcun colpevole, anche se è stata accertata la matrice neo-fascista della strage.2_5cbb17df

Per celebrare la memoria delle vittime e per condividere l’indignazione per quella che oggi continua ad essere una strage impunita, l’Associazione Casa della Memoria di Brescia, in collaborazione con la Cooperativa Colibrì e la Rete Bibliotecaria Bresciana, di cui fa parte anche la Biblioteca Civica “Beppe Fenoglio”, propone una maratona di lettura dal titolo “A gran voce: aspettando il 28 maggio”. La manifestazione coinvolgerà vari Gruppi di lettura presenti sul territorio e alcune biblioteche della provincia di Brescia, e si inserirà fra le manifestazioni coordinate dalla Casa della Memoria per ricordare i tragici fatti del 1974.

Il calendario prevede anche a Provaglio due appuntamenti; il primo, Giovedì 8 maggio alle 20.30 presso la Sala Consigliare di Palazzo Francesconi, sede municipale, sarà un evento animato dal Gruppo di lettura Librinsieme durante il quale, oltre ad ascoltare il racconto di alcuni testimoni la strage verranno letti e dibattuti brani frutto di una selezione di testi ritenuta particolarmente significativa ed adatta per la lettura ad alta voce.
Al secondo appuntamento, davanti al Monumento del Caduti di via Roma, il 28 maggio, precisamente alle 10.12, ora esatta della strage, un componente del gruppo de “I Musicanti di Provaglio”, alla presenza degli studenti della Scuola Secondaria “Don P. Raffelli”, delle autorità e di chiunque vorrà prendere parte all’evento, eseguirà alla tromba “Il silenzio fuori ordinanza”. Di seguito, il gruppo di lettura “Librinsieme” leggerà alcuni brani scelti.
La popolazione è invitata a prendere parte ad entrambi gli eventi che non vogliono essere una commemorazione di rito ma momenti di edificazione di percorsi che leniscano il dolore di una tragedia in chi l’ha vissuta e ancora oggi non è riuscito ad avere giustizia.