BRESCIA – ECMS 2014-XXVIII edizione della European Conference on Modelling and Simulation

0

Da oggi, martedì 27, a venerdì 30 maggio nella sede di Santa Chiara del Dipartimento di Economia e Management si svolgerà ECMS 2014, la XXVIII edizione della European Conference on Modelling and Simulation, importante conferenza internazionale per ricercatori interessati all’uso dei modelli di simulazione al computer per l’analisi, elaborazione e gestione di apparati complessi, dal traffico alla logistica, dai mercati finanziari all’ambiente e ai fenomeni naturali, sino ai sistemi sociali. Lo studio dei meccanismi di diffusione delle onde e dei principi di turbolenza e le loro implicazioni nella regolazione delle tratte marittime e nella previsione dell’atmosfera, ovvero la predizione dell’evoluzione dei sistemi ecologici analizzando le imprevedibili interazioni tra comportamento umano e fattori ambientali sono alcuni esempi dell’ importante ruolo che tali ricerche rivestono per la nostra società.

5_simulazioni_numeriche_7Organizzata dall’Università degli Studi di Brescia, sarà presieduta dal dott. Flaminio Squazzoni, ricercatore di Sociologia dei processi economici e del lavoro afferente al Dipartimento di Economia e Management, in collaborazione con il dott. Fabio Baronio, ricercatore di Campi Elettromagnetici afferente al Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione. Saranno inoltre presenti il dott. Marco Castellani e la dott.ssa Claudia Archetti, ricercatori rispettivamente di Sociologia dei processi economici e del lavoro e di Ricerca operativa, afferenti al Dipartimento di Economia e Management, oltre ad esimi colleghi provenienti da eccellenti centri di ricerca internazionali.

Il simposio si aprirà martedì 27 maggio con un concerto del Gipsy Soul Trio del chitarrista bresciano Luciano Poli , affiancato da Hillary Katch e dal contrabbasso di Mauro Sereno, nei suggestivi chiostri di San Faustino. Mercoledì 28 la conferenza inizierà alle 09:00 nella sede di Santa Chiara con una relazione di Stefan Thurner del Complex Systems Research Group della Medical University of Vienna. Tra i lavori presentati, spicca la relazione di un gruppo di ricerca italiano coordinato dal prof. Paolo Gubian, associato di Elettrotecnica Dipartimento Ingegneria dell’Informazione dell’Università degli Studi di Brescia, sul disastro della Costa Concordia e le manovre di emergenza condotte per evitare l’affondamento della nave. Giovedì 29 sarà la volta del prof. Volker Grimm dell’Hemholtz Center for Environmental Research di Leipzig. Si chiuderà venerdì 30 maggio con la relazione di Miquel Onorato, giovane fisico dell’Università degli Studi di Torino.

Per informazioni:
339 6584139, ecms@eco.unibs.it