BRESCIA – “Arte Cinetica”: mostra al Museo di Santa Giulia

0

La mostra nasce nell’ambito dei corsi e laboratori di storia dell’arte contemporanea del percorso formativo in Ideazione e produzione per l’organizzazione artistica del corso di laurea S.t.ar.s. (Scienze e tecnologie delle arti e dello spettacolo) dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia in particolare del Laboratorio di organizzazione di eventi espositivi, tenuto da Fabio Paris; del corso di Istituzioni di storia dell’arte contemporanea, tenuto dal prof. Paolo Bolpagni; del Laboratorio di scrittura critica, tenuto dal dott. Kevin McManus e infine del corso di Storia dell’arte contemporanea, tenuto dalla prof.ssa Elena Di Raddo, che è stata la referente complessiva nello sviluppo del progetto.

museo_santa_giulia_brescia_010_choistro_san_salvatoreQuindi “Arte cinetica” è, di fatto, una mostra-saggio finale, attraverso cui gli studenti dello S.t.ar.s. dell’Università Cattolica hanno affrontato direttamente la creazione di un evento espositivo di alto livello, in una prospettiva professionalizzante e altamente formativa, che li ha immersi nel lavoro preparatorio inerente all’organizzazione della mostra: dallo studio del percorso espositivo, alla schedatura delle opere, all’allestimento, alla promozione attraverso i media.

La mostra, che ha avuto il sostegno di Comune di Brescia e Fondazione Brescia Musei, che ha messo a disposizione gli spazi espositivi della Sala dell’affresco, presenta ventiquattro importanti opere di arte cinetica e programmata provenienti dacollezioni private bresciane (tra cui la raccolta Prestini). L’obiettivo è di fornire al visitatore gli strumenti utili a riconoscere il pensiero generativo di questa tendenza, sviluppatasi soprattutto negli anni Sessanta e Settanta del Novecento.

Una novità, nell’allestimento, è l’audioguida sotto forma di applicazione, scaricabile gratuitamente e funzionante tramite telefoni cellulari e tablet. Presso la biglietteria del museo saranno consegnate ai visitatori le indicazioni per l’utilizzo dell’applicazione. Ogni opera esposta avrà accanto una TAG, collegata a una scheda esplicativa, alla quale sarà possibile accedere per ascoltare la spiegazione e il commento dell’opera stessa.