TORBOLE – Narrare l’Alto Garda tra suoni, memorie orali e percezioni per i ragazzi

0

Domani, sabato 10 maggio 2014, si tireranno le somme del laboratorio didattico territoriale che ha coinvolto i bambini e i ragazzi dei Centri Aperti Jenga di Nago e di Torbole: “Narrare l’Alto Garda tra suoni, memorie orali e percezioni”.

Nago Torbole
Nago Torbole

Il progetto Portobeseno, a cura di Sara Maino e Davide Ondertoller, è stato reso possibile grazie alla collaborazione di Casa Mia APSP e del Comune di Nago Torbole, e al sostegno delle Comunità di Valle Alto Garda e Ledro.

“Insieme ai ragazzi e alle ragazze dei Centri Aperti Jenga – scrivono i referenti del progetto sulla locandina – abbiamo scoperto e registrato le particolarità dei paesaggi sonori locali e le storie di alcuni testimoni narranti. L’archivio di suoni e voci, arricchito da fotografie, video, testi e disegni realizzati per l’occasione è confluito in una mappa pubblicata in Internet da consultare e condividere.”

L’appuntamento è alle ore 18 al Forte Alto di Nago (TN).