LUMEZZANE – “Anna e il gatto Arturo”, Baglioni racconta la legge ai bambini

0

E’ stato presentato ieri a Lumezzane un nuovo progetto de “La Torre delle Favole”, dedicato all’educazione alla legalità: il libro “Anna, il gatto Arturo e l’albero della giustizia” di Sabrina Baglioni. L’autrice, che è avvocato penalista, ha scritto il racconto per spiegare le basi della giustizia alla figlia Anna e l’ha immerso in un’ambientazione fantastica proprio grazie alle suggestioni nate dalle visite alla “Torre delle Favole” e “al fascino delle sue stanze magiche”. Il racconto è stato “sperimentato” in forma di lettura nell’anticipazione avvenuta in Torre Avogadro l’11 gennaio scorso con l’assessore alla Cultura di Lumezzane Lucio Facchinetti. Il libro, che racconta come nasce la Legge attraverso l’avventura della piccola Anna e del gatto Arturo nella Repubblica del Bosco Vecchio, esce ora pubblicato da Caldera Edizioni dopo alcune fasi di riscrittura volte soprattutto a caratterizzare i personaggi e a rendere più comprensibile e colorito il linguaggio, per la fruizione da parte dei piccoli lettori a partire dai 7 anni. Luca Viesi di Studio Noise ha curato l’impostazione grafica e creato tutte le illustrazioni.

Sonia Mangoni, Sabrina Baglioni e Laura Staffoni alla fiera per bambini di Bologna
Sonia Mangoni, Sabrina Baglioni e Laura Staffoni alla fiera per bambini di Bologna

La pubblicazione è curata da Sonia Mangoni e Laura Staffoni, ideatrici de “La Torre delle Favole”. La manifestazione, giunta quest’anno all’undicesima edizione, coniuga diversi linguaggi attorno al tema della fiaba: letteratura, illustrazione, scenografia, teatro e musica. Ogni anno viene scelta una storia, illustrata, messa in scena e teatralizzata nell’antica torre Avogadro. Molte attività accompagnano l’allestimento, che rimane aperto per diversi mesi (di solito da novembre a marzo, e ha registrato complessivamente in questi anni più di 120 mila presenze) a disposizione di scuole e famiglie: oltre alle visite teatralizzate, si tengono letture a tema, presentazioni di libri, spettacoli e laboratori. Ci sono poi attività che proseguono durante l’anno, come la Biblioteca delle Favole, che dopo la chiusura in Torre Avogadro diventa itinerante e circuita nei Comuni del Sistema Bibliotecario della Valtrompia. Diversi allestimenti delle fiabe già presentate in torre Avogadro sono stati poi ospitati in questi anni a Desenzano, Gussago, Fossano (Cuneo) e Noale (Venezia), dove dal 27 aprile è in corso la mostra “Peter Pan” di Emanuele Luzzati. Proprio a Noale, Comune che si è affiancato a Lumezzane per sostenere la pubblicazione del libro, verrà presentato e raccontato ai bambini delle scuole primarie il 14 maggio.

Il 6 settembre farà tappa a San Felice del Benaco, nella sala espositiva Ex Monte di Pietà, nell’ambito di una rassegna curata dalla regista Sara Poli, che ha portato nel Comune gardesano una parte del lavoro da lei realizzato per l’ultima edizione della Torre delle Favole, dedicata a “I Vestiti nuovi dell’Imperatore” di Hans Christian Andersen con le illustrazioni di Arianna Papini. Ma la prima presentazione assoluta del libro avverrà sabato 10 maggio a Cortefranca dove Sabrina Baglioni vive con la figlia Anna, la piccola protagonista del racconto. Previsto alle ore 16 nell’Anfiteatro William Wallace (in caso di pioggia nella Sala Consiliare), sarà un appuntamento un po’ speciale che vedrà il coinvolgimento dei compagni di scuola della bambina in una rappresentazione recitata e cantata. Una serie di presentazioni nelle scuole e nelle biblioteche è in preparazione in vista del nuovo anno scolastico. E intanto si è già pensato a una continuazione, dedicata stavolta alla Convenzione dei Diritti dei Fanciulli. E’ un libro adatto a partire dai 7 anni e al prezzo di copertina di 6,50 euro.

Copertina del libro
Copertina del libro

Come nasce una Legge? Come spiegare in maniera sintetica ma chiara e avvincente il nostro sistema legislativo a un bambino? Sabrina Baglioni, avvocato penalista e scrittrice, ha inventato la Repubblica del Bosco Vecchio e ha collocato il Parlamento sopra i due grandi rami di un baobab per spiegare le basi della Giustizia alla figlia Anna. La piccola – che frequenta la seconda classe della scuola primaria di Corte Franca, in Franciacorta – è diventata così la protagonista di una fantastica avventura. Nel racconto è l’amica prediletta di un magnifico gatto nero e bianco dagli occhi color verderame di nome Arturo, che le rivela di essere il Guardiano dell’Albero della Giustizia. Sarà lui a condurla nel magico mondo del Bosco Vecchio, popolato di animali e presieduto dal saggio Gufo Telemaco (l’equivalente del nostro Presidente della Repubblica). Grazie ad Arturo, Anna scoprirà l’esistenza del Parlamento, e come da un progetto di legge si arriva alla promulgazione e alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Familiarizzerà con le parole così importanti per il vivere civile: Repubblica, democrazia, elezioni e voto. Capirà che la Legge è un insieme di regole, che solo osservando le regole si rispetta la Libertà degli altri e solo rispettando la Libertà degli altri si può vivere in pace.

E non potrà più dimenticare un concetto fondamentale: il principio di uguaglianza sancito dalla nostra Costituzione e riassunto nella frase “La Legge è uguale per tutti”. Il testo gioca con diversi caratteri e colori ed è arricchito dalle numerose realizzate da Luca Viesi. Tra queste, una sezione dell’Albero della Giustizia e una mappa con l’indicazione dei luoghi frequentati dai protagonisti, come il Muretto, la Repubblica del Bosco Vecchio e il Laghetto Azzurro. Il libro è completato dal dizionarietto del cittadino italiano perfetto, con l’elenco delle parole poste a fondamento dell’educazione civica e da un divertente legal test che prova la preparazione del lettore con domande mirate a risposta multipla. E c’è anche La giustizia Rap, una filastrocca da cantare tutti insieme, che riassume in rima e al ritmo incalzante del rap il viaggio della Legge. Il libro è in vendita alla Libreria Ferrata, in corso Martiri della Libertà 39 a Brescia e alla Cartoleria Caldera di Lumezzane Sant’Apollonio in via Montini 80. Sarà disponibile anche online sul sito internet.