ARCO – Un social orieentering per il parco fluviale dell’Alto Garda

0

E’, come ci si legge sul comunicato stampa inoltratoci dalle amministrazioni comunali di Arco e Riva del Garda “Un modo nuovo per conoscere e far conoscere il patrimonio naturale del parco fluviale del Sarca” il contest organizzato per sostenere il parco fluviale dell’Alto Garda.

All’iniziativa, il cui ente capofila è il Consorzio BIM del Sarca Mincio Garda, aderiscono Comuni di Vezzano, Padergnone, Calavino, Lasino, Cavedine, Dro, Arco, Riva del Garda e Torbole, le Comunità di Valle dell’Alto Garda e Ledro e della Valle dei Laghi, il BIM del Sarca Mincio Garda e la Provincia autonoma di Trento.

“Un social orieentering – ci viene spiegato – realizzato da chi vorrà partecipare, segnalando i punti preferiti del parco fluviale”.

“Il parco fluviale Rete di Riserve del Basso Sarca – ci ricordano – è dedicato alla tutela e alla valorizzazione del fiume Sarca, principale tributario del lago di Garda, caratterizzato da un bacino idrografico esteso per quasi mille chilometri quadrati e da un’asta fluviale di quasi 80 chilometri: dai 1.768 metri s.l.m. del lago di Nambino nel gruppo della Presanella, fino ai 65 metri s.l.m. del Garda. Il tratto di fiume ricompreso nei territori dei Comuni coinvolti nella Rete di Riserve si estende dalla forra del Limarò (a valle della confluenza del rio Bondai) alla foce nel lago di Garda, per uno sviluppo complessivo di 27 chilometri”.

Un punto panoramico, un albero storico, un luogo curioso, una pianta rara, un dettaglio storico, un fiore caratteristico, un angolo silenzioso, un posto da non perdere, una traccia dell’era glaciale, un habitat da conservare, una panchina su cui sognare, uno scorcio da dipingere: sta a voi scegliere il soggetto da segnalare! “Si partecipa – recita il comunicato stampa – dalla pagina Facebook Rete di Riserve basso Sarca,  con un post che va commentato indicando titolo o nome del luogo, coordinate gps ed eventualmente con una foto. Le 20 segnalazioni preferite entro il 20 maggio entreranno nella web app del parco. In alternativa a facebook si può inviare una mail, cliccando qui.

ORIENTEERING